Guglielmo (Monte) da Zone, anello

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 680
quota vetta/quota massima (m): 1948
dislivello salita totale (m): 1450

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: la-Nata
ultima revisione: 01/05/18

località partenza: Zone (Zone , BS )

punti appoggio: Rif. Almici e Croce di Marone

cartografia: Kompass: Le tre valli bresciane no.103

bibliografia: Fausto Camerini: Guida dei monte d'Italia - Prealpi Bresciane, ed. CAI TCI

accesso:
Entrare nell'abitato di Zone e seguire le indicazioni per il cimitero, poi, giunti nei pressi della chiesa, seguire a destra (cartelli indicatori per Monte Guglielmo). Piccolo parcheggio.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio salire per la strada asfaltata (cartelli per Monte Guglielmo) e dopo i primi tornanti abbandonarla per deviare lungo la sterrata in direzione Aguina Agolo.
Proseguire nel bosco (sorgente circa a quota 1000 m sulla sinistra) fino ad incontrare un bell'alpeggio con cascine, quindi ancora nel bosco fino ad uscire definitivamente al grosso alpeggio della malga Aguina, con un laghetto. Splendido panorama.
Di qui comincia il sentiero di crinale che si segue fedelmente, passando per il monte Agolo (pozza), Punta Caravina (rosa dei venti con tubetti e incrocio col sentiero proveniente da Passabocche), infine la cresta su e giù che arriva alla cima del monte Guglielmo (o Golem). Per la precisione, come ben spiegato nelle storiche guide CAI-TCI dei monte d'Italia, lungo la cresta vi sono due cime: la più elevata è il Dosso Pedalta 1957 m con un semplice ometto (la prima che si raggiunge provenendo dalla cresta nord-ovst). Quindi c'è Castel Bertino 1948 m, la cima più frequentata, col grosso monumento del Redentore e relativo ricovero interno.
Discesa per la sterrata sotto al rif. Almici 1861 m che con ampio giro scende al punto di ristoro Croce di Marone 1166 m con bella fontana (a cui si accede anche in macchina), quindi a destra per sterrata seguendo l'indicazione "Anello 2 monte Guglielmo" (non cercate l'indicazione Zone perchè non c'è!). Si giunge ad un piccolo parcheggio con bacheca sugli accessi alle varie falesie presenti.
Poco dopo si potrebbe deviare a destra (sempre seguendo l'indicazione "Anello 2") oppure si prosegue in discesa per la sterrata. Dopo vari chilometri diventa asfaltata e si ricongiunge presso il campeggio Val Tress a Cislano e da qui non rimane che risalire per la strada fino a Zone.
Possibili molti altri anelli, oltre a quello descritto. Questo forse è uno dei più lunghi, ma volendo dal rif. Almici si può anche scendere per percorso più diretto attraverso il Bosco degli Gnomi (sculture in legno) arrivando direttamente alla macchina.

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale