Vitello (Corno) da Estoul per il Rifugio Arp

Vitello (Corno) da Estoul per il Rifugio Arp
La gita
laika58
20.08.2013

Bellissima giornata spaziale non una nuvola con lieve venticello di sottofondo che ha reso l’aria frizzante – Partiti da Estoul e seguendo il sentiero n°5 siamo risaliti lungo gli impianti di risalita, poi seguendo la poderale con diversi tagli dove possibile abbiamo raggiunto il Rifugio Arp, da dietro il rifugio parte il sentiero n°5A e 5B, che risale il pennio e raggiunge i due laghi di Valfredda, altri due laghi sono asciutti, tenendo la destra orografica abbiamo con un lungo diagonale e diversi tornanti risalito il ripidissimo pendio che porta nella parte superiore dove si apre il vallone di Mascognaz, seguito la cresta sino al bivio dove il sentiero 5A porta al Colle di valfredda ed il 5B alla cima del Corno Vitello, seguito il sentiero 5A che porta verso un’ampia pietraia dove con percorso disagevole ma sempre ben segnalato da frecce gialle si raggiunge l’ultimo irto pendio di pietraia che porta in vetta, a questo punto purtroppo il compagno di gita non si è sentito di proseguire su questo terreno friabile ed instabile – Breve pausa e sono ripartito da solo raggiungendo la vetta sormontata da un grande ometto con una croce – Il panorama dalla vetta è grandioso su parte del Gruppo del Rosa, i Breithorn, il Cervino ed una moltitudine di cime minori (veramente un belvedere naturale) – Un altro bel 3000 in archivio tra i cassetti della memoria

Oggi in compagnia di Fulvio (peccato per la vetta mancata, sarà per un’altra volta)

Link copiato