Valmiana (Rocca di) Via Normale da Terme di Valdieri

Valmiana (Rocca di) Via Normale da Terme di Valdieri
La gita
pulici
5 15/10/2011
Accesso stradale
no problem

Previsioni meteo perfette: gran nebbione fino a 2500/2600m poi cielo sereno e panorami infiniti con cime galleggianti sul mare di nuvole, immenso ghiacciaio crepacciato. Condizioni buone, pur in presenza di qualche residuo di umidità sulle cenge in ombra. Il primo tratto di cenge è comodo e permette di arrivare all’intaglio subito dopo un pronunciato gendarme, a circa metà della cresta. Subito dopo l’esposizione aumenta considerevolmente (le cenge diventano piuttosto, ehm, strettine). Non disceso alcun canalino per trovare la cengia erbosa in basso descritta in relazione, ma tutto sommato preferito montare in cresta seguendola pressochè fedelmente fino in punta (almeno PD), molto sottile, roccia ottima, caldo per il sole e la concentrazione. Discesa dal ripido canale SSO fino al largo intaglio. Nuvole dissipate dopo le 14, in riformazione per spiccata umidità dopo le 17, + 5° all’auto ore 18.

Cima importante delle Marittime, in posizione privilegiata, che riserva magnifici panorami sia ravvicinati (Matto, Argentera, Paur) che distanti (dal Clapier al Pelat al Viso al Granpa al Rosa), nonché su vari laghi (spettacolare il grande lago Sella soprano), cascate, pianori, commoventi mulattiere, ecc…
Perso (e non ricercato) l’itinerario che prevedeva una discesa di vari metri, la cresta (+ un paio di precedenti passaggetti in cengia “pepati”) si è rivelata molto interessante, evidenziando la radicale differenza, in assenza di corda, tra un escursionista curioso (anche se motivato e con discreta esperienza) ed un alpinista, Enzo51, che ringrazio per il prezioso supporto, in primis psicologico. Dato il suo impressionante curriculum e, ancor più, l’etica rigorosa, spero avremo modo di condividere altre esperienze su gite “lunghette”.
All in all, giornata memorabile per ambiente, panorami, meteo e, last but not least, compagnia.

Link copiato