Toblin(Torre di) Ferrata Feldikurat/Cappellano Hosp

Toblin(Torre di) Ferrata Feldikurat/Cappellano Hosp
La gita
ste_6962
5 24/09/2018
Accesso stradale
come già scritto per il Paterno parcheggio troppo caro a mio avviso!

Partiti senza fretta dal Rifugio Locatelli, nel giro di 20 minuti siamo arrivati al bivio tra i due sentieri di accesso alla Torre di Toblin, dove ci siamo divisi in due gruppi, io con altri due amici abbiamo proseguito per l’attacco della via ferrata Hosp, mentre gli altri sette membri del gruppo sono saliti per la via ferrata delle scalette. Saliti agevolmente tra roccette e alcuni torrioncini alla base della ferrata. Il cavo inizia nei pressi di un gradino verticale, che si supera bene anche senza dover toccare il cavo, in quanto appigli e appoggi non mancano, e la qualità della roccia è davvero ottima! Il percorso della ferrata è facile complessivamente, anche se non manca l’esposizione, ci sono tratti di piacevole e divertente arrampicata, su questo itinerario si può arrampicare senza dover utilizzare il cavo come mezzo di progressione, ma semplicemente per assicurarsi. Nel giro di 30 minuti dall’attacco siamo sbucati sulla vetta della torre, dove si trova la solita croce metallica con il quaderno di vetta. Oggi pochissima gente sulla Torre di Toblin, oltre al nostro gruppo solo un americano con guida e nessun altro, ma va considerato che essendo lunedì, per molti era giornata lavorativa. Dopo circa mezz’ora di attesa, sono sbucati fuori dalla ferrata delle Scalette anche i nostri amici, e ci siamo quindi ritrovati in cima come da programma. Giornata splendida, cielo sereno e visibilità ottima, un pò di vento ma nulla di fastidioso. Panorama vastissimo e spettacolare dalla cima oggi, quasi tutte le Dolomiti di Sesto e non solo!! Ridiscesi tutti dalla ferrata Hosp, e in meno di 1 ora siamo rientrati al Rifugio Locatelli. Da qui in circa 1.15 ore siamo rientrati al Rifugio Auronzo e al parcheggio. Gita breve, ma piacevole e divertente. Una felice conclusione della nostra tre giorni nelle Dolomiti di Sesto. Scelta indovinata, anche il periodo era quello giusto per venire da queste parti. Se eravamo in pochissimi sulla Torre di Toblin, molto affollati i sentieri che portano ai Rifugi Locatelli e Auronzo, davvero molta gente per essere di lunedì, compresa una compagnia di alpini che erano fuori per un campo di addestramento.

Gita Sociale del CAI Ligure Genova, organizzata dal sottoscritto in compagnia di Fabiano. con 8 partecipanti : Maria Carla, Laura, Alessandro, Elena, Claudio, Giorgio, Jagoda, Felice. Oggi ci siamo divisi in due gruppi, io con Giorgio e Jagoda siamo saliti lungo la via ferrata Hosp, mentre Fabiano e tutti gli altri sono saliti dalla ferrata delle Scalette. Altra bella giornata e una gita piacevole, condivisa con tutti gli amici presenti, che saluto e ringrazio per l’ottima compagnia! Dopo il Popera e la Croda Rossa di Sesto degli anni scorsi era il momento del Paterno e della Torre di Toblin, inseguiti per 2 anni e finalmente saliti!

Link copiato