Tamier Pass anello Val Formazza – Val Bavona per il Passo Cazzola (2gg)

Tamier Pass anello Val Formazza – Val Bavona per il Passo Cazzola (2gg)

Dettagli
Quota partenza (m)
1274
Quota vetta/quota (m)
2772
Esposizione
Ovest
Grado
EE

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Pian delle Creste (Val Bavona CH)

Note
Trekking di un certo impegno e sviluppo,il dislivello totale il primo giorno arriva a circa 1400 m perchè dopo il passo di Cazzola tra vari saliscendi e risalita alla Bocchetta della Crosa si vanno ad aggiungere 200 e passa metri ai 1200 iniziali.
Prestare attenzione alla ricerca dell'itinerario dall'alpe Bedriola fino al passo Cazzola, ci sono segni sbiaditi e la traccia a volte è poco agevole e/o invasa dalla vegetazione.
Il traverso (in territorio svizzero) dal passo Cazzola alla Bocchetta della Crosa è una distesa immensa di massi (ben segnata) a volte stabili, altre no.
La discesa dalla Bocchetta della Crosa sul Pian delle Creste è protetta da una serie di catene visto che i primi 100 m di dislivello si svolgono su pietraia marcia e terricio.
Nessuna difficolta' per raggiungere il Tamier Pass, in discesa da esso la traccia passa su terreno marcio e un po' friabile.
Avvicinamento
Raggiungere la Val Formazza e fermarsi all'abitato di Valdo, parcheggiare dopo aver attraversato il ponte sul Toce.

Traversata Formazza - Val Bavona
Descrizione

1° GIORNO

Da Valdo, passato il Toce raggiungere il ristorante Genzianella, dove si vedranno delle indicazioni Cai, prendere per l’alpe Bedriola 1798m – 1.15h, dall’alpe seguire per il passo Cazzola. Ora il sentiero diventa impervio e di non evidentissima individuazione, comunque passando per l’alpe Cazzola e risalendo il vallone detritico si raggiunge il Passo Cazzola in 3.30-3.40 h.
Giunti al Passo Cazzola seguire le indicazioni sulla sx (guardando in laghi della Crosa) vernice “Pian delle Creste” e seguire i segni blu.
Parte quindi un traverso eterno che con vari sali scendi ( vista magnifica sui laghetti della Crosa)porta ad un laghetto senza nome da dove inizia la erta salita (sempre su massi, insatbili) per la forcella perfetta della Bocchetta della Crosa 2480m – 5h-5.15h.
Dalla forcella si individua bene il Pian delle Creste e il suo vallone, una serie di catene (nuove) permette di scendere 100 m aiutando su terreno friabile e pericoloso.
Al termine delle catene si passa affianco allo splendido lago di Antabia e si scende al Rifugio Pian delle Creste (Ottimo rifugio)

2° GIORNO

Dal rifugio seguire le indicazioni (vernice rossa e bianca) per il Tamier Pass che su terreno ripido conducono all’omonimo valico 2772 m – 2h.
Dal passo rientrare in Italia per l’evidentissimo canalone, affidandosi a sbiaditi segni di vernice rossa, a volte di non elementare individuazione.
La prima parte di discesa si svolge su nevai residui e terreno friabile.
Si scende cosi ai pascoli dell’alpe Tamia 2061 m – 3.5 h, e da qui sempre scendendo si trovano indicazioni per Canza o Tamia, prendere per Tamia e andare quindi verso sx.
Da qui inizia un lunghissimo traverso in saliscendi (sentiero non bello e a volte esposto) che passando per l’Alpe Tamia, supera alcuni paravalanghe e risporta all’Alpe Bedriola 1798 m – 5h.
Dall’alpe Bedriola seguendo il sentiero percorso il giorno precedente si ritorna a Valdo – 6h

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
calza
31/07/2013
8 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 1226m 850m

Formazza Bruggi

Stazione Meteo
Link copiato