Sevo (Pizzo di) da Macchie Piane

Sevo (Pizzo di) da Macchie Piane

Dettagli
Dislivello (m)
819
Quota partenza (m)
1600
Quota vetta/quota (m)
2419
Esposizione
Ovest
Difficoltà sciistica
MS
Tipologia
Pendii ampi

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Accesso: Prendere l'uscita "Amatrice" dalla via Salaria. Subito prima di entrare nel paese girare a sinistra in direzione Sommati - S. Angelo. Appena superata la frazione di S. Angelo si prosegue per la strada asfaltata che sale fino al pianoro di Macchie Piane
Descrizione

Il versante ovest ha 2 percorsi principali, da Cossito e da Macchie Piane. Il primo ha un dislivello di circa 1400 metri e parte da 1000 m quindi può essere fatto solo quando l’innevamento è abbondante e la neve arriva in basso;
di contro quello da Macchie Piane, se la neve è abbondante, non è interessante perchè in basso occorre seguire una lunga strada con poca pendenza. Quando invece la neve comincia a risalire e a portarsi a quote più elevate, la strada permettere di raggiungere facilmente la parte interessante evitando un noioso avvicinamento.

Il versante ovest è molto largo e vario; in discesa può essere percorso a piacere senza un percorso stabilito; in genere non presenta pericoli di valanghe.
Molto insidioso invece quando c’è nebbia, richiede una grande conoscenza dei luoghi e quindi spesso da evitare.

Questa cima si presta ad alcune interessanti traversate, si può scendere sul versante Sud , avendo cura di lasciare l’auto a San Martino o Voceto, sul versante est scendendo a Piana Cavalieri (più problematico lo spostamento in auto).

Relazione
Seguire la strada fino a Macchie Piane (1600 m circa). Da qui si sale seguendo il largo crinale che punta ad una macchia di faggi. Superate le piante puntare ad una cresta più in alto che, verso destra, costeggia il Colle dell’Orto (1970 m circa).
Un’altro ampio crinale (ovest) punta dritto fino in vetta (2411 m).

Discsesa
Per la via di salita se si desidera scendere sul versante ovest.

Variante di discesa (Traversata) (BS):
prendere in direzione sud e scendere nel largo vallone che in basso si stringe nettamente. Dove la valle si stringe si segue il fondo del fosso fino a dove è possibile (cascatelle di acqua possono impedire il passaggio se la neve scarseggia, in questo caso aggirarle a destra sui prati).
A quota 1625 m circa, lasciare il fosso e prendere a destra un vecchio e poco visibile sentiero che taglia il versante. Il sentiero diventa via via più netto, aggira il costone e si immette nel sentiero principale del “Cavallo di Voceto”. Per questo si traversa fino a raggiungere la pista che dopo qualche tornante si immette nella strada brecciata che termina alle prese di captazione dell’ENEL. Per questa strada si scende fino al bivio sopra Voceto (1142 m) dove normalmente è possibile arrivare con l’auto. Se ciò non fosse possibile traversare in piano fino alla chiesettta di San Martino (1150 m circa).

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Carta 1:25000 M. della Laga
Bibliografia:
Mazzoleni: It.31 La montagna incantata
30/12/2002
19 anni fa
Link copiato