Selletta (Monte) da Rimas, anello per Balma

Selletta (Monte) da Rimas, anello per Balma
La gita
rccs
4 02/10/2022
Accesso stradale
Dopo Rodoretto la strada, prima asfaltata e poi sterrata è in buono stato, ma i canali di scolo sono abbastanza profondi e con una macchina bassa si tocca sotto.
A metà tra Arnaud e Rimas c'è uno slargo dove possono parcheggiare agevolmente 5 o 6 macchine.
Traccia GPX

Ho trovato la relazione non completamente rispondente allo stato dei fatti. Forse perchè è stata scritta qualche anno fa e i sentieri, non ufficiali, non passandoci molti escursionisti, si stanno progressivamente perdendo.
Siamo partiti da Rimas e fino a Prati dell’Orso abbiamo seguito il sentiero indicato e fin qui evidente. Per non fare il sentiero lungo che passa da Clot della Rama e Miande, abbiamo preso il sentiero che, partendo da dietro il rudere crollato a Prati dell’Orso a quota 1800 porta alla cresta a quota 2250, seguendo una traccia indicata con frecce sbiadite di insolito color giallo/rosso/verdeacqua.
Arrivati alla cresta ci siamo ritrovati su un sentiero vagamente indicato dal cambio di colore dell’erba e che è stato recentemente tagliato dalle reti paravalanghe, che vanno sorpassate zizagandoci in mezzo (con gran perdita di tempo).
Arrivati al Colletto della Fontana si arriva al monte Selletta tenendosi sottocresta lato Rio Escafe, abbastanza agevolmente in aderenza sui lastroni di pietra lisci, seguendo un’idea di tracciato che ho cercato di riportare su OSM.
Tornati al Colletto della Fontana è stato arduo trovare il sentiero di discesa: ci sono molte pseudotracce che non si capisce se sono sentieri o solchi scavati dalla pioggia. In ogni caso si può provare a seguirli o si può anche scendere direttamente verso il fondovalle tenendosi sul lato destro del rio Escafe, meno ripido, fino ad arrivare nei pressi del greto, a quota 2100 dove il sentiero diventa evidente ed è contrassegnato da alcuni ometti.
In generale i pendii non rendono la gita particolarmente complicata, ma la difficoltà di seguire sentieri e tracce possono risultare un problema notevole in caso di maltempo o scarsa visibilità.

Nonostante le difficoltà a seguire il sentiero, il panorama dal monte sulla val Germanasca è notevole.

Link copiato