Sasso Putia /Peitlerkofel

Sasso Putia /Peitlerkofel
La gita
bryter-layter
4 01/09/2009
Accesso stradale
Ottimo fino al Passo delle Erbe

Breve parentesi nelle Dolomiti in un posto veramente incatevole:la valle Luson,capiscono bene l’italiano ma parlano tutti in tedesco,anche i segnali e le indicazioni sono in lingua teutonica.La salita è molto ma molto frequentata il sentiero è come da noi per andare al Vittorio Sella o al Vittorio Emanuele ,un’autostrada per intenderci.Si parte dal parcheggio nei pressi del Passo delle Erbe (quelle buone per intenderci…) e il Sasso Putia appare in tutta la sua bellezza dal versante nord ,con percorso quasi pianeggiante si attacca la parte finale sul versante sud.L’ultimo tratto è attrezzato, io l’ho valutata F+ la roccia è molto buona ma l’esposizione anche ,comunque tutta asciutta non crea problemi.Panorama molto vasto con Marmolada ,Sasso Lungo e tutte le alpi di confine con l’Austria in evidenza.In compagnia di mio figlio Fabrizio 14 anni in 2 ore e 15 dalla macchina,con passo tranquillo circa 3 ore.Il dislivello totale con vari sali scendi è circa 1040 m.

Scoperto il magnifico posto grazie al 1° Camp EFT per famiglie al Kompatscherhof pension(3 km.sopra Luson).Da non perdere…

Link copiato