Rossa (la) da Gavie

Rossa (la) da Gavie
La gita
walkerwolf
4 23/01/2010
Quota neve m
900

Giornata perfetta con l’immenso mare di nubi su tutta la pianura e le montagne che ovunque risaltavano nei giochi di luci ed ombre. Gita molto bella, in ambiente solitario talvolta aspro, che passa dalle zone di baite ormai in disuso a prati e boschi per continuare su costoni panoramici fino in cima. Abbiamo avuto la fortuna di trovare un’ottima traccia, complimenti alla coppia che ha battuto pista fino ai 2000 metri, intuendo il passaggio migliore nel tratto mediano. Dopo esserci goduti il caldo sole della cima, si inizia la discesa lungo il costone N con qualche tratto di neve crostosa e di crosta portante. Poi, da 2180, giù per i ripidi pendii di NO con almeno mezzo metro di farina. La tentazione e quella di continuare fino in fondo alla valle principale poi optiamo per un traverso portandoci nei pressi dell’ Uja e della traccia di salita a 1750 m. Da lì spettacolari pendii intonsi con pendenze più moderate ci aspettano fino a 1500, dove inizia una parte di passaggi obbligati ma divertenti per via dell’abbondanza di neve. Poi belle curve in un corridoio dentro un bosco di pini cui segue una serie di terreni aperti fino a 1050 con vecchia neve farinosa. Togliamo gli sci sul sentiero di fondovalle poichè è stretto e con sassi. A piedi in 10′ siamo all’auto con 1450 m di dislivello sul groppone.

Un saluto agli altri 6 partecipanti (Paola, Enrico, Marco, CarloAlberto, Luciano e Jimmy) nonchè ai 2 battitori … e domani un’altra danza, quien sabe!

Link copiato