Rocca Nera (Punta) da Pra Catinat per il Lago Ciardonnet

Rocca Nera (Punta) da Pra Catinat per il Lago Ciardonnet
La gita
ste_6962
5 05/05/2013
Accesso stradale
arrivati a Pra Catinat senza alcun problema
Osservazioni
Nessuno
Neve (parte superiore gita)
Crosta da rigelo portante
Neve (parte inferiore gita)
Crosta da rigelo portante
Quota neve m
2000

Saliti sabato pomeriggio da Pra Catinat con meteo discreto (a tratti soleggiato, ed in parte nuvoloso), salendo il primo tratto del bosco e poi tutta la stradina fino al Rifugio Selleries. Per raggiungere il rifugio c’era pochissima neve lungo il tragitto, e le ciaspole sono rimaste fissate allo zaino. Oggi al Selleries eravamo presente solamente noi, meglio di così non avrei potuto chiedere…tutto il rifugio solo per noi! Partenza verso le 6,45 di domenica 5 maggio, con meteo accettabile e visibilità ottima, subito neve molto compatta e portante, calzate subito le ciaspole abbiamo iniziato la salita del Vallone, superato qualche traverso e qualche pendio ripido per raggiungere la Bergeria di Ciardonnet. Poi la bella rampa che porta al Lago Ciardonnet era di neve dura, e tutti i miei compagni di gita sono saliti con i ramponi, io invece con le ciaspole ai piedi fino al Lago Ciardonnet. Da qui in avanti si poteva salire solamente con piccozza e ramponi, dopo un breve conciliabolo con Luciano, Edo e Franco la decisione è stata quella di risalire per il traverso che supera due fasce rocciose sopra il lago. Salito il traverso, poi ci siamo portati in diagonale al Passo della Gavia e da qui in cima, sempre su neve ottima e dura. Questo traverso è da fare però solamente con neve stabile e in ottime condizioni di tenuta ed assestamento. Tutti sono arrivati in cima e ben soddisfatti per una salita davvero molto bella. Stavolta la permanenza in vetta è stata più breve del solito, visto che il tempo stava peggiorando. Il tempo di fare le foto di rito e di guardarci in giro e poi siamo scesi, scegliendo il pendio-canale, con neve sempre compatta e sceso senza problemi. Il rientro al Selleries è avvenuto su neve più allentata e con vari sprofondamenti, sotto una leggera nevicata, ma lo sapevamo che nel pomeriggio il rischio di prendere pioggia o neve c’era, accettato di buon grado! Ottima gita, e pienamente ripagato della scelta fatta. Non c’è stato un grande panorama dalla cima ma per stavolta va bene così.

Un piacevole ritorno da queste parti, dopo la mia prima visita per il Capodanno 2012. E dopo la Cristalliera e la Punta della Gavia era tempo di aggiungere un’altra di queste belle cime nel mio carniere, stavolta la scelta è caduta sulla Rocca Nera. A dire il vero la meta prevista per questo weekend era un’altra, uno dei 3000 del Queyras ma le condizioni non ottimali dell’innevamento e le previsioni meteo incerte mi hanno spinto a trovare una valida alternativa…e l’ho trovata subito, desideravo tornare in questi luoghi!
Gita fatta nell’ambito di una riuscita Gita Sociale del CAI Ligure di Genova, organizzata dal sottoscritto alla quale hanno partecipato 8 persone, tutti arrivati in vetta. In ottima compagnia di Luciano, Edo, Franco, Federica, Francesca, Marina, Mauro e Caterina del CAI di Chiavari. Infine un ringraziamento a Massimo e allo staff del Selleries per l’ottimo trattamento ricevuto !

Link copiato