Rasciassa (Punta) da Meire Bigoire

Rasciassa (Punta) da Meire Bigoire

Dettagli
Dislivello (m)
1166
Quota partenza (m)
1498
Quota vetta/quota (m)
2664
Esposizione
Varie
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
EPT V5

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Da Saluzzo si sale la Valle Po, quindi si raggiunge Paesana e poco dopo Calcinere si svolta a sinistra seguendo le indicazioni per Oncino. Si segue la tortuosa strada che sale la Val Lenta raggiungendo Oncino Villa, dove si svolta a sinistra. Si prosegue in leggera salita sulla strada asfaltata ma più stretta seguendo le indicazioni per Meire Bigoire lasciando a destra il bivio per Meire Dacant. Si continua ancora per alcuni chilometri e si parcheggia nei pressi di un ponte in pietra in corrispondenza della palina segnalatrice del Rifugio Alpetto e Croce Bulè.
Descrizione

Dal ponte del Rio Bulè, sulla sinistra orografica, parte parallelo un sentiero. Oltrepassata la diramazione a sin per Chiot del Porco, scavalcare l’omonimo corso d’acqua il sentiero continua su pendenza modesta fino a giungere sotto una parete di roccia biancastra, attraversare il torrente e proseguire su pendii erbosi disseminati di massi. Verso i 1800 m si incontra il sentiero che sale da Oncino e lo si segue in leggera discesa andando ad attraversare il Rio Bulè su un ponticello.
Il sentiero riprende a salire, passa in un canale e con varie svolte supera le balze di roccia per arrivare al pianoro con l’Alpe Bulè. Quindi percorre il vallone che sale al Colle di Luca situato a 2436 m (2h 15′).
Dal colle si segue per un tratto il sentiero U31 (tacche rosse), per abbandonarlo in direzione sin. quando si incontrano degli ometti. Si rimonda il pendio di detriti, rocce e zolle d’erba, si lascia a sin. un grosso masso e attraversata una conca si riprende a salire in direzione della vetta superando un ultimo pendio un po’ ripido (30 minuti).
Alternativa
Dal ponte del Rio Bulè, sulla destra orografica, parte una sterrata in leggera salita che si addentra nel vallone. La si percorre per 300 m, si devia a sx seguendo tracce di sentiero che ripidamente entrano nella bosco rado, per poi uscire in una zona prativa quota 1700 m (possibile erba alta) che si percorre puntando alla lunga dorsale che si trova dritto a noi. Dorsale dapprima completamente erbosa, con rare tracce di sentiero perché in disuso, spesso invasa da rododendri e mirtilli (questo tratto è il più disagevole) poi via via
sempre più rocciosa la si percorre senza possibilità di errore. 100 m dsl sotto la cima si procede su pietrame e grossi blocchi con qualche ometto che indica la giusta direzione (in questo tratto la croce non è visibile) e gli ultimi metri posando le mani.
Questo itinerario ricalca esattamente il percorso sci-alpinistico quando la dorsale, versante est, è scarsa di neve.
Da fare SOLO con tempo stabile o muniti di GPS.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGM f, 79, tav. Colle di Cervetto
Bibliografia:
Giulio Berutto
totodante
04/07/2019
1 anno fa
2 anni fa
6 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Webcam 1250m 3.3Km

Oncino

Webcam
Webcam 1300m 5.8Km

Crissolo – centro

Webcam
Stazione Meteo 2150m 7.1Km

Pian Giasset

Stazione Meteo
Webcam 1000m 8Km

Sampeyre – Centro

Webcam
Webcam 1000m 8.2Km

Sampeyre – impianti

Webcam
Webcam 1318m 9.8Km

Meira Paula

Webcam
Link copiato