Prà Martino (Colle di) da Pinerolo, giro

Prà Martino (Colle di) da Pinerolo, giro

Dettagli
Dislivello (m)
800
Quota partenza (m)
370
Quota vetta/quota (m)
930
Lunghezza (km)
24
Esposizione
Tutte
Difficoltà salita
MC
Difficoltà discesa
MC

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Giro adatto a tutti anche a famiglie con dei ragazzini, tratti impegnativi non ce ne sono, si viaggia sempre su strade sterrate con pendenze sempre abbastanza dolci, ed in minima parte asfaltate.
Descrizione

Si parte da Pinerolo in Piazza 3° Alpini e si prosegue alla volta di Abbadia e Porte, qui si sale alla fontana degli Alpini m 840, poi si procede sempre in salita sulla bellissima sterrata che porta al Colle di Prà Martino. Arrivati ad un quadrivio in cui la strada comincia a scendere, andiamo a destra per 150 metri a vedere la enorme statua della libertà del sito Belvedere m 1010. Belvedere non più di fatto perché sono cresciuti gli alberi tutto attorno e quindi non è più possibile godere di questo panorama che una volta era a perdita d’occhio!
Si ritorna al quadrivio e si scende sulla sterrata fino al Colle Prà Martino 930 m.
Qui si svolta a sinistra passando a fianco della vecchia e ormai dismessa colonia estiva della RIV, si continua in leggera discesa passando per diverse fontane ed una vecchia miniera di grafite, il tutto ristrutturato dall’associazione ADMO ed in piena funzionalità con acqua fresca da potersi dissetare fino alla borgata Miandassa a m 850, qui vale la pena una fermata che oltre a rifocillarci e dissetarci alla splendida fontana centrale, si può ammirare il piccolo forno ad uso collettivo perfettamente funzionante.
Dopo esserci riposati si riparte e si continua a scendere tenendo sempre la sinistra fino a quota 750 m circa dopo si riprende a salire raggiungendo con un’ultima rampa la Cappella di San Benedetto, pochi metri e siamo sul punto panoramico con vista stupenda, sito ripristinato da poco.
Ammirato il panorama ritorniamo sui nostri passi fino all’asfalto e scendiamo fino alla quota di 700 m circa dove prendiamo nuovamente in leggera salita verso sinistra, passando poi nei pressi di una casa tutta particolare!! immersa nella vegetazione, giungendo così nuovamente alla fontana degli Alpini.
Qui non ci resta che scendere sull’asfalto fino a Porte e poi Abbadia e Pinerolo chiudendo l’anello.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC, 1/50.000 n°17 Torino Pinerolo e Bassa Val di Susa.
savarino
09.11.2015

Nelle vicinanze Mappa

5 anni fa
7 anni fa
11 anni fa
13 anni fa
Link copiato