Pougnenta (Becca) o Poignenta da Chabodey per Monte Charvet e Croce Folliet

Pougnenta (Becca) o Poignenta da Chabodey per Monte Charvet e Croce Folliet
La gita
enzo51
3 17/06/2012

Fermo restando che comunque l’obbiettivo per il quale ci solleviamo dal piano per spingerci in alto, ha come scopo primario il collezionismo di vette sopra ogni altra cosa;(anche se ai piu’ puo’ apparire strano): stupira’ il vedere passare dall’escursionismo all’alpinismo e viceversa con estrema facilita’. Dal momento che certe montagne facili, ma belle da salire, per le quali e’ sufficiente camminare quindi escursionistiche, per altre altrettanto belle ma piu difficili anche se affrontate dalla via piu’ semplice (cosidetta normale), si adottera’ la tecnica alpinistica. Anche questa gita alla Pouignenta, cosi come e ‘stata ideata e poi realizzata, cela nel suo insieme qualche difficolta’ alpinistica per quanto modesta ma tale da conferire carattere alla gita, altrimenti riconducibile a una lunga ma facile e semplice escursione a piedi e niente piu’. Panorama comunque garantito sull’intera cerchia di monti caratterizzanti la Valle D’Aosta con un riferimento particolare al M.Bianco per astratto toccabile con mano. In gite come queste dove traversate,concatenamenti ed anelli si fondono in un tutt’uno, e’ facile anche per lunghi tratti smarrire il sentiero che con un po’ di fiuto e senso dell’orientamento si finisce prima o poi sempre per ritrovare.Qui entriamo in quello che viene definito il ravanamento puro fine a se stesso. Con Carlo.

Link copiato