Popolopen Torne anello

Popolopen Torne anello

Dettagli
Dislivello (m)
150
Quota partenza (m)
150
Quota vetta/quota (m)
287
Esposizione
Varie
Grado
EE
Sentiero tipo, n°, segnavia
Blu

Località di partenza Punti d'appoggio
Nessuno

Note
Il Popolopen Torne (o semplicemente "The Torne", dall'olandese "Torenberg", che significa "Monte Torre" o "Monte Pinnacolo"), pur non essendo certamente la cima piu' elevata della zona, e' senz'altro la piu' panoramica e anche la piu' difficile da salire (e da scendere). A quanto mi risulta e' l'unica cima delle Hudson HIghlands (e, forse, di tutto lo Stato di New York!) ad avere una corda fissa lungo la via di salita (corda, peraltro, lunga una dozzina di metri).
Si tratta di un picco roccioso con tratti un po' esposti e placche lisce su entrambe le sue vie di salita. Per questo, e' una cima che ricorda un po' le Alpi, seppur in miniatura. Tuttavia, la cima e' sorprendentemente ampia e sormontata da un grande ometto in pietra che funge da memoriale per i caduti americani della vicina Accadamia Militare di West Point.
L'itinerario proposto e' il piu' breve per raggiungere la cima e compie uno splendido anello.
Avvicinamento
Da New York Prendere il George Washington Bridge (Upper Level) e quindi proseguire sulla Palisades Interstate Highway fino alla sua fine presso Bear Mountain. Qui alla rotonda prendere la terza uscita e immediatamente dopo prendere una stradina in discesa sulla sinistra. Svoltare nuovamente a sinistra su Mine Road e proseguire fino a un evidente parcheggio sulla sinistra (posto per circa otto auto).
Descrizione

Dal parcheggio seguire i segnavia blu che salgono ripidamente nel bosco. Dopo un inizio ripido, il sentiero spiana e attraversa fitti boschi aggirando la montagna. Dopo un secondo strappo in salita, si giunge alla panoramica anticima del Popolopen Torne, ornata da un cippo. Da qui si prende una cresta rocciosa che adduce ad un tratto abbastanza ripido costituito da una placca liscia, che e’ tuttavia facilitato da una corda che pende da un albero. Superato questo tratto, entusiasmante e inusuale per gli Appalachi, si continua per cresta e, con moderato saliscendi, si raggiunge il grande ometto in pietra che orna la vetta.

In discesa, si prosegue la cresta, che in alcuni punti e’ piuttosto esposta e richiede attenzione. Si disarrampica facilmente lungo le rocce e placche del versante sud con splendida vista sulla prospiciente Bear Mountain fino ad arrivare al bosco. Da qui, il parcheggio e’ ben visibile e lo si raggiunge in breve tempo. Itinerario che diventa alpinistico in caso di neve e ghiaccio. Nel periodo invernale, in presenza di neve e ghiaccio, e’ consigliabile portarsi dietro piccozza, ramponi, imbrago, e un cordino.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
NYNJTC Northern Harriman-Bear Mountain Trails Map
Bibliografia:
AMC Best Day Hikes in the Catskills and Hudson Valley
vicente
16/03/2019
3 anni fa
Link copiato