Pontey (Sperone di) Sperone di Pontey

Pontey (Sperone di) Sperone di Pontey

Dettagli
Altitudine (m)
500
Dislivello avvicinamento (m)
50
Sviluppo arrampicata (m)
120
Esposizione
Nord
Grado massimo
5c
Difficoltà obbligatoria
5a

Località di partenza Punti d'appoggio
Pontey

Avvicinamento
Prima di arrivare al centro di Pontey vi e’ una strada sulla sinistra che conduce alla frazione Clapey. Seguirla in macchina fino ad una piazzetta con abbeveratoio – fontana. Qui e’ possibile parcheggiare. Dietro la fontana vi e’ il sentiero nr. 4 per l’Alpe Valmeriana Seguirlo per qualche centinaio di metri fino ad un punto caratterizzato da segnaletica gialla.
Imboccare la diramazione verso sx, che porta al ponte sul torrente. Subito dopo il ponte prendere un sentierino tra i prati a dx, che costeggia il torrente. Prima di arrivare ad una specie di diga che attraversa il torrente si nota un ometto che indica la partenza di un netto sentiero. Seguire questo sentiero per 4 tornanti fino ad un grosso ometto, quasi alla base di una bastionata rocciosa. Seguire la bastionata verso dx su sentierino appena accennato per ca. 50 di metri fino ad un albero con un cordone di sosta. (25 minuti ca dalla macchina).
Note
Lo sperone di Pontey, o Zemiù, è una formazione rocciosa sopra l’abitato di Pontey (Ao).
Breve ma molto divertente e di media difficolta’. Accesso facile e breve. c (5a obbligato). Ben attrezzata a chiodi. 2 soste sono a spit con catena. Altre soste con cordone e maiont. E’ E’ esposta a nord, ma , data la bassa quota, frequentabile quasi tutto l’anno.
Attrezzatura: cordini e qualche frend medio
Descrizione

L1 20 mt. (5c. 5a obbligato). Salire la bastionata sulla parte di dx. Cordino su Clessidra iniziale, 2 chiodi e poi una clessidra con cordino nel tratto di 5c. Si arriva alla fine della parete verticale e si sosta su 2 spit.

L2 12 mt. 4a. Breve ma bel tiro di cresta fno ad una sosta su albero. 1 chiodo

L3 20 mt. 4b. Bellissimo tiro di cresta. 1 chiodo dopo ca. 3 mt. Protezioni da fare con cordini e frend. Sosta su 2 spit.

L4 35 mt. 2. La cresta si abbatte e si arriva fino alla fine dello sperone per via facile, ma molto disturbata dalla vegetazione e dal muschio. Sosta su grosso masso con cordone e maiont. Sconsigliabile.

Discesa
In doppia lungo la via. Fare attenzione al pericolo di incastrare la corda

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
La via e’ stata aperta da Dino Palumbo, con Angelo Baldan e Lucio Dal Buono nel settembre 2019
ldalbuono
20.09.2019
Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 473m 2.4Km

Pontey – Ponte Dora Baltea

Stazione Meteo 840m 2.7Km

Saint-Denis – Raffort

Webcam 1469m 5.6Km

Promiod – Verso Valle

Webcam
Stazione Meteo 1260m 6.3Km

Champdepraz – Chevrère

Stazione Meteo 626m 6.4Km

Saint-Vincent – Terme

Webcam 1644m 8.7Km

La Magdeleine

Webcam
Webcam 1700m 9.9Km

Torgnon

Webcam
Link copiato