Pontemaglio (Pilastro di) I guardiani dell’ossola

Pontemaglio (Pilastro di) I guardiani dell’ossola

Dettagli
Altitudine (m)
600
Dislivello avvicinamento (m)
300
Sviluppo arrampicata (m)
330
Esposizione
Sud-Ovest
Grado massimo
7b
Difficoltà obbligatoria
6b
Difficoltà artificiale (se pertinente)
a1

Località di partenza Punti d'appoggio
Pontemaglio (Crevoladossola , VB )

Note
Via aperta sul pilastro di Pontemaglio a fianco del pilastro Corsini dove esistono già due vie Curri ca chiovi e Bionde treccie.
Si ringrazia Versante Sud per aver contributo al materiale di chiodatura
Via aperta da Tiziano Capitoli e Leo Vescio (ossolano), a più riprese tra 2018/ giugno 2019
Difficoltà dal 4c al 7b ( da liberare)
La via è interamente chiodata a spit del 10, soste con due spit ad anello per le doppie.
La discesa si effettua in doppia rispettando tutte le soste pena restare appesi con la sosta sotto di voi, questo sia con la singola corda che con le mezze corde.
Consigliabile in primavera e autunno
Avvicinamento
Raggiunto il paese di Pontemaglio, passata la galleria di roccia attraversare il ponte sulla destra e parcheggiare a sinistra prima della sbarra.
Seguire la strada gippabile fino all'ingresso della cava, proseguire in discesa e dopo 100 metri circa sulla destra ci sono nuovi bolli rossi (nuovo sentiero) che evitando il passaggio sul terreno privato della cascina ci porta sul precedente sentiero esistente.
Seguire il sentiero in salita fino ad incrociare un crocevia (a sx per Pacha Mama), proseguire per il sentiero di destra che superando un tratto di parete con pioli in ferro ci porta al traliccio dell'enel più alto, proseguire su per la scala in cemento, poi a destra fino ad una rampa rocciosa, la si risale, si raggiunge una paretina con la scritta Curri ca chiovi, si segue il sentiero a destra che ci porta a superare un ruscello, poi proseguire in discesa raggiungendo la base della parete, scendere un a ventina di metri, attacco con scritta "I guardiani dell'ossola". (40/50 minuti dall'auto)
Descrizione

La via parte una ventina di metri più in basso di curri ca chiovi, scritta in basso “I Guardiani dell’Ossola”
L1: placca con passo al terzo spit (6a+)
L2: traverso a sx per 20/25 mt. ( 5a)
L3: decisamente in verticale per affrontare le prime difficoltà, si supera un primo tettino per poi mettersi decisamente su ostica aderenza (7a/b o A0 per 3 spit) fino a raggiungere le prime tacche su muretto (6a+), sosta su cengia.
L4: traverso a dx , si entra in un diedrino delicato e si prosegue su placca elegantissima a tacchette, poi in diagonale a dx si raggiunge la sosta (6b+/c).
L5: in verticale per placca e quarzi (6a).
L6: si prosegue per placca fino sotto allo strapiombo (6a).
L7: superare lo strapiombo diretto (7a o A0), si esce dallo strapiombo e per placca alla cengia (6a).
L8: in verticale per bellissima placca di movimento (6a+).
L9: placca facile (4c).
L10: placca di raccordo (3a) fino in cengia.
L11: placca lavorata (5c+)
L12: ci si alza in verticale e si aggira a dx della betulla, proseguire fino in vetta (5c).

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
tizzi56
18/07/2019
Link copiato