Pluvio (Parete di)

Pluvio (Parete di)
La gita
block65
3 26/09/2014

Posto questa parete su “falesia” solo per la brevità degli itinerari, ma meglio sarebbe stata in “arrampicata”. Scalate tutt’altro che facili, su roccia non sempre buona, strapiombante e dove occorre molta decisione sui chiodi vecchi e artigianali (non sono spit!).
Utile un martello per ribattere i chiodi. Il tratto di “Adrenaline Flake” dato di A0 l’ho risolto in libera con un lancio (!!!) un po’ azzardato ad afferrare una fessura (!!!) Il passo è comunque protetto dall’unico spit se così lo si può chiamare. La S1 su chiodi da collegare si può saltare ma bisogna allungare bene i rinvii.
Su “S.R. han fatto i soldi”. I primi due chiodi blu si sono sfilati con le mani e li ho ribattuti spostandoli leggermente. Attenzione: il primo chiodo è molto alto e se si vola non lo si racconta perché si precipita nella gola e nei salti del torrente. Portarsi un friend n° 3 per proteggersi. La via è bella e molto esposta con fessurino in dulfer molto duro, anche se è solo 6a anni ’80 e “alla Grassi”. “Nello rock” è psicologicamente la più impegnativa, tutta da proteggere, con uscita su blocchi pericolosissimi dalla fessura e traverso a sinistra delicato e molto pericoloso (non si protegge). Raddoppiare il 4 per andare bene. Si può scendere in doppia da “S.R. han fatto i soldi”, dalla sosta su pianta, ma recuperare la corda è un supplizio. Meglio scendere a piedi nel canale. Parete in luogo selvaggio e attrezzatura vetusta, ma che rende la scalata non banale e nel più puro stile di Sea. Giornata stupenda e nessuno nel vallone.

Link copiato