Plateau d’Emparis, Lac Noir e Lac Lerie dal Lac du Chambon

Plateau d’Emparis, Lac Noir e Lac Lerie dal Lac du Chambon

Dettagli
Dislivello (m)
1300
Quota partenza (m)
1043
Quota vetta/quota (m)
2443
Disl. portage (m)
100
Lunghezza (km)
45
Esposizione
Varie
Difficoltà salita
MC+
Difficoltà discesa
MC
Difficoltà single trail
S0

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Percorso molto semplice ma molto remunerativo panoramicamente.
La pecca è che si svolge in parte su strada sterrata molto polverosa piuttosto frequentata dalle auto, non consigliabile nel week end.
Avvicinamento
Dall'Italia si arriva a Briançon (da Torino tramite il Colle del Monginevro, da Cuneo attraverso il Colle dell'Agnello) e si continua sulla D1091 fino al Col du Lautaret, quindi scendere in direzione Greboble superando la Grave e raggiungendo la diga di le Chambon, dove si posteggia nel piazzale allo sbarramento.
Descrizione

Dal parcheggio dello sbarramento di le Chambons si sale rapidamente su asfalto (forte pendenza) al bel borgo di Mizoen 1186 m (volendo si può partire da qui). Si continua per alcuni km sulla strada asfaltata che condurrebbe al Col de Sarenne – l’Alpe d’Huez, sino a poco prima di Clavans le Bas, dove si prosegue a destra giungendo al paese di Besse (fontane). Si attraversa il borgo ed al suo termine si prosegue in piano sino ad un ponte nei pressi di un campeggio, dove sempre su asfalto si continua a destra nel bosco. Dopo un paio di tornanti inizia lo sterrato, molto polveroso. Una pio di tornanti e poi una lunga tagliata conduce al Col Naziè, quindi altro lungo traverso prima della serie di tornanti sul costone erboso sovrastante. Terminate le serpentina con una leggera discesa si raggiunge il Col Saint Georges, all’ingresso di un incantevole altopiano erboso. Si continua a destra sulla sterrata in falsopiano, poi una volta giunti ad un bivio, si scende su una stradina più scassata verso l’alpeggio Chalets du Rif Tort, giungendo ad un ponticello dove si incrocia il sentiero GR50-GR54. Ora occorrerà seguirlo, prevalentemente in sella ma con qualche brevissimo pezzo a piedi, sempre in salita mai dura fino al Col du Souchet 2365 m.

Una breve discesa verso il sentiero che continua a destra, direzione Plateau d’Emparis e Lac Lerie che si raggiunge su sentiero abbastanza agevole.

Qui potrebbe terminare il giro, ma vale la pena salire i circa 100 m di dislivello, per giungere all’altopiano dove si trova il bel Lac Noir .

La discesa può avvenire:

A- per il percorso dell’andata

B- dal lac Noir si prosegue in direzione nord, salendo brevemente ad un colletto seguendo il bel sentiero che poi percorre l’altopiano. Questo bel sentiero poi però lascia spazio ad una discesa piuttosto tecnica e ricca di saltini rocciosi difficilmente percorribile in sella. Quando la traccia diventa meno accidentata si rimonta in sella e ci si ricollega al GR50-54 all’altezza del ponticello a 2191 m. Qui si può decidere se ritornare dalla strada dell’andata per Besse, oppure se continuare sulla sterrata di sinistra per il Refuge des Mouterres e Plan de la Cavale, per poi scendere a les Clots tramite il sentiero GR54 (discesa EC)

 

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
andrea81
08/08/2020
6 mesi fa
Link copiato