Pisonet (Monte) da Clemensod, anello per il Col Chaleby

Pisonet (Monte) da Clemensod, anello per il Col Chaleby
La gita
esteban
3 11.01.2020
Accesso stradale
strada pulita

I primi 50 m della strada poderale si salgono a piedi. Nei primi traversi iniziali ogni tanto bisogna togliere gli sci per qualche metro.
Nei primi pendii fino all’altezza del col Vessona neve primaverile portante (buon grip) o dura da vento (coltelli utili).
Prima discesa lato Vessona su neve ventata a volte coperta da farina, poi nei pendioni tratti con neve ventata di alternano a farina vecchia (per i pignoli: cristalli sfaccettati).
I ripidi e – talvolta – stretti pendii che portano al lago Pisonet talvolta sono duri ma con discreto grip, talvolta ricoperti da 5 cm di neve incoerente (ramponi e coltelli tornano utili).
Bellissimi i pendii finali, gli ultimi 250 m, con vecchia farina su fondo duro.
Discesa lato Cuney: neve ventata, talvolta dura ma con buon grip o vecchia farina.
Discesa lato Col Chaleby: tratti di vecchia farina, tratti di neve primaverile, a seconda delle esposizioni.
Ottime condizioni di stabilità del manto nevoso; conferma del grado di pericolo valanghe previsto 1-debole.
Curiosità: nel traverso in salita per andare al Col Chaleby c’è una bocca di balena enorme.

con Luigi, Rocco, Gianpaolo e Federica.
Finalmente io e Luigi riusciamo a salire il Pisonet! Avevamo provato qualche anno fa, seguendo le indicazioni del mitico Dani (un pensiero per lui!), da Oyace: gran culo a tracciare nel piano e stabilità dubbia.
Questo giro ci sembra più sciabile.

Link copiato