Piccola Roccandagia La Ruota della Fortuna

Piccola Roccandagia La Ruota della Fortuna

Dettagli
Altitudine (m)
1200
Sviluppo arrampicata (m)
280
Esposizione
Sud-Est
Grado massimo
6b
Difficoltà obbligatoria
5c

Località di partenza Punti d'appoggio
Agriturismi e locande del comprensorio

Note
Via a spit che concatena una serie di placche alternate a tratti di erba verticale. Ricerca lo stile modernoa in ambiente classico con risultato gradevole e adatto a giornate strappate alle mezze stagioni.
Descrizione

Accesso: Arrivati ai tipici caseggiati di Campocatino si può parcheggiare negli appositi spazi o proseguire per strada sconnessa fino ad uno slargo con altarino. Non conviene andare oltre con l’auto dato che ci sono controlli puntuali.
Avvicinamento: Come quello per arrivare all’attacco della via classica attraverso bel bosco ombroso e radure. Alla vista delle prime strutture si piega leggermente più a sinistra per tracce appena accennate. Si nota una freccia incisa sulla parete e poi uno spit molto alto.

L1. Placca adagiata su roccia compatta e non troppo erbosa;
L2. Ancora placca adagiata lievemente più ripida in uscita;
L3. Placca più tecnica su calcare marmorizzato;
L4. Attraversamento su erba fino alla sosta successiva;
L6. Tiro chiave, piccolo strapiombo ben protetto con passo singolo, possibile progressione in A0;
L7. Traverso in leggera discesa a sinistra;
L8. Bel diedro in perfetto stile apuano, si poteva salire anche solo con protezioni veloci;
L9. Uscita su sfasciumi instabili.

Discesa: Su ripido pendio erboso prima e lungo un canale dopo. Nel punto più ripido si trova anche un ancoraggio di calata. Alla base del canale non proseguire per il ghiaione ma tagliare a sinistra per entrare nel bosco che per tracce poco appariscenti riporta al sentiero di approccio

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
pardes_18
13.05.2007
13 anni fa

Condizioni

Link copiato