Pania Secca Canale NE e cresta N

Pania Secca Canale NE e cresta N

Dettagli
Dislivello (m)
600
Quota partenza (m)
1100
Quota vetta/quota (m)
1711
Esposizione
Varie
Grado
AD

Località di partenza Punti d'appoggio
Rif. Rossi

Note
Itinerario invernale classico del gruppo delle Panie.
Le difficoltà sono relativamente abbordabili, tranne che sul delicato tiro conclusivo, ma sono piuttosto variabili con le condizioni; in caso di neve ghiacciata la via si può rivelare impegnativa.
Descrizione

Dalla strada delle Rocchette (d’inverno, spesso ghiacciata e percorribile solo con catene), poco prima di Piglionico si sale direttamente nel bosco a sinistra, puntando alla parete Nordest della Pania Secca. Il canale è piuttosto evidente e delimita a destra la parete, separandola dal versante orientale dei Denti della Pania Secca. Risalendo a occhio la faggeta (qualche scivolo sui 40°) si giunge all’attacco, a circa 1300 m di quota.
Il canale ha una pendenza media sui 40-45°, con brevi tratti più ripidi; nella seconda metà si piega leggermente a sinistra (più ripido, 50-55°, possibile misto) per poi uscire su terreno più appoggiato al colletto fra i Denti e la cresta Nord vera e propria, a circa 1500 m. Un po’ in tutto il canale è possibile sfruttare gli alberi per proteggersi o eventualmente calarsi.
Dal colletto si segue dapprima la cresta abbastanza appoggiata, sul filo o poco a sinistra, per poi traversare a sinistra puntando a una specie di invaso più ripido (alberelli alla base per sostare o rinviare). Lo si risale (45-50°) fino a uscire sulla cresta sommitale e all’antecima della Pania Secca.
Giunti sul bordo dell’intaglio che separa l’antecima dalla vetta principale, sfruttando una buona sosta con catena ci si cala per 30 m al colletto sottostante (ove escono il Canale Nordovest da una parte e il Trimpello dall’altra). Qui si trova un’altra sosta nuova a resinati (sulle rocce alla base della faccia opposta dell’intaglio).
Dalla sosta ci si sposta leggermente a sinistra e ci si alza sfruttando una roccia sporgente, attaccando così il pendio ghiacciato soprastante la sosta (chiodo, ma spesso coperto dalla neve). Si sale il pendio obliquando a destra (30 m a 60-70°) fino a raggiungere la cresta sommitale pianeggiante e la vetta (piccola croce di legno).
Discesa senza grossi problemi lungo la via normale (cresta Ovest-Sudovest) fino a raggiungere la traccia di accesso al Rifugio Rossi, che si segue in discesa fino a Piglionico (1h 30).
Dislivello della via 400 m, 2-4 h, AD

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Multigrphic 1:25000
Bibliografia:
Guida dei Monti d'Italia CAI-TCI, Alpi Apuane; Alpi Apuane Salite invernali (Girolami - Perna)
davec77
25.02.2018
3 anni fa
4 anni fa
5 anni fa
12 anni fa
Link copiato