Pania Secca – Swarovski

Pania Secca – Swarovski

Dettagli
Dislivello (m)
204
Quota partenza (m)
1200
Quota vetta/quota (m)
1450
Esposizione
Nord-Est
Grado
TD

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Come per reperire l'attacco della storica via Frisoni-Stagno ma appena usciti dal bosco, traversare a sinistra per sfasciumi fino a vedere una evidente placca liscia al centro parete. La linea ha inizio alla destra della stessa (chiodo dopo pochi metri)
Note
Linea logica che sfrutta le debolezze della parete fino a congiungersi alla pagina nevosa centrale della parete. La parte superiore della via prende il sole poco dopo l'alba, quindi attaccare a buio quando il ghiaccio tiene insieme la roccia molto rotta e non trovare neve molle nella parte superiore. Consigliati chiodi a lama, nuts piccoli e materiale per un'eventuale ritirata. Attenzione, ben chiodata nella prima parte sotto lo strapiombo, quasi nulla nella parte superiore con minor difficoltà.
Descrizione

Prima e seconda sosta presenti con chiodi e cordini. Tiro dello strapiombo chiodato con tre chiodi artigianali (molto piccoli per artificiale), tre spit subito sopra il passaggio, a seguito altro chiodo a lama e dopo pochi metri altro spit. Si esce su uno spigolo esposto. Qui le difficoltà si attenuano ma compare erba nel fondo sotto la neve, fare molta attenzione in caso non fosse ben coesa. Sul resto della via si troverà un solo chiodo. Le soste seguenti si possono effettuare su alberelli oppure su roccia  lato sx.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
carpins89
29.01.2017
4 anni fa
Link copiato