Mulo (Colle del)da Marmora, giro per i Colli Preit, Margherina, Bandia

Mulo (Colle del)da Marmora, giro per i Colli Preit, Margherina, Bandia

Dettagli
Dislivello (m)
1450
Quota partenza (m)
1200
Quota vetta/quota (m)
2527
Lunghezza (km)
40
Esposizione
Varie
Difficoltà salita
MC+
Difficoltà discesa
BC+
Difficoltà single trail
S2

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Gardetta 2335 m

Note
Bellissimo anello di alta montagna con salita lunga ma completamente ciclabile, panorami superlativi e divertente discesa.
Il giro si presta a numerose varianti e deviazioni (rif. e colle Gardetta, colle d'Ancoccia).
La discesa non è mai troppo difficile, ma riserva diversi passaggi tecnici di un certo impegno
Descrizione

Lasciato il parcheggio si prende la strada asfaltata che sale a destra, indicazioni per Canosio e Preit, con pendenza moderata salvo qualche strappetto. La strada supera le due borgate e, ignorando i vari bivi, continua a salire aumentando un po’ le pendenze; con un ultimo lungo traverso che taglia la base del bel canale nordest del Cassorso con pendenza decisa e costante si perviene al colle del Preit (2050 m, 11 km), dove termina l’asfalto. Si imbocca la strada sterrata di destra con indicazioni per il rif. Gardetta; dopo un primo strappo la pendenza diminuisce e copiando qualche tornante si giunge in leggera discesa al bivio per il rifugio; si ignora il bivio e si prosegue in dolce salita sull’ “autostrada” della Gardetta che compie il lungo giro dell’altipiano, con falsopiani, leggere salite e discese, toccando i colli Salsas Blancias, Cologna, Margherina, sino a giungere al Col Bandia. Da qui, ignorando i bivi che scendono verso gias Piconera e nel vallone della Madonna, si prosegue per breve tratto in direzione del colle Fauniera/Valcavera e si imbocca la sterrata a sinistra che porta al colle del Mulo 2527 m, per l’ultima parte di salita; in questo ultimo tratto il fondo peggiora notevolmente, ma date le pendenze non eccessive risulta sempre ciclabile. Giunti al colle in pochi minuti si ha una bellissima vista sul vallone d’Esischie e si inizia a pregustare la bella serpentina che scende.
Dal colle si vede bene ancora qualche resto della strada militare mai completata, della quale emergono ancora alcuni tornati e muri a secco di sostegno, una cosa costruita prima dell’abbandono del progetto.
Ma meglio così, perché il sentiero che parte dal colle è molto divertente e con una serie di bei tornantini (S2, qualche passo S3) fa perdere quota ed in breve tempo ci si trova ad incrociare un paio di volte la strada sterrata e con untimo breve tratto di essa, superando il gias Maro, si incrocia la strada asfaltata che collega Marmora con il colle d’Esischie. Si percorre per breve tratto l’asfalto, in discesa, che si abbandona presto, prestando molta attenzione alle tacche gialle del “percorso occitano” e bianco rosse del gta (che già dal colle han fatto compagnia; attenzione a non confonderle con le tacche arancioni della gara podistica, che a volte si discostano dal nostro percorso) che ci permettono di percorrere un sentiero molto divertente che inizialmente affianca il lago Resile (attenzione ai pedoni in questo primo tratto) poi, incrociando qualche volta la rotabile asfaltata, permette di giungere a Tolosano e di qui nuovamente Vernetti senza quasi toccare bitume; il sentiero, sempre segnato di giallo e di bianco-rosso, salvo qualche singolo passaggio S3 non è mai troppo difficile, permette di godere di una divertente discesa fin quasi alla macchina.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC 1:50.000 valli Maira, Grana e Stura, 1:25.000 Comunità montana Valle Maira
Bibliografia:
Richard Serraglia - Laura Rocchia
igor_c
11/09/2015

Nelle vicinanze Mappa

5 anni fa
6 anni fa
7 anni fa
9 anni fa
11 anni fa
14 anni fa
15 anni fa
18 anni fa

Tracce (1)

Risorse nelle vicinanze Mappa
Webcam 1180m 100m

Marmora

Webcam
Webcam 1250m 9.9Km

Acceglio – Verso Valle

Webcam
Link copiato