Mey (Alpe del) da Pragelato per la Val Troncea

Mey (Alpe del) da Pragelato per la Val Troncea
La gita
abo
4 04.09.2010
Equipaggiamento
Full-suspended

Bellissimo giro in un ambiente spettacolare. La salita è facile fin dopo il bivio di Troncea, da lì diventa più faticosa fino ad arrivare alla rampa che porta alla Landeniera e quella finale che porta all’ultimo ponte che attraversa il Chisone che sono abbastanza toste.
Consiglio di fare il giro abbastanza presto: non per il caldo, poichè la strada è in gran parte all’ombra e si incontrano ben 5 fontane, ma per l’enorme afflusso di persone che “invadono” la valle dopo le 11 e che non sempre sono disponibili a lasciar passare i ciclisti, chissà poi perchè: la strada non è forse di tutti?
Inoltre salendo, e anche scendendo, consiglio di tenersi sulla sx orografica, solo per non mangiare tanta polvere dalle navette, fino al mulino di Laval, non oltre dato che la strada fino alla Fonderia la Tuccia è in gran parte franata a causa delle esondazioni del Chisone e non è sempre ciclabile.

Gita in solitaria davvero fantastica, partito da soucheres basses e in 2 h andata e ritorno per abbondanti 30 km, l’unica macchia sono i pedoni che non lasciano passare, vabbè…

Link copiato