Meano (Denti di) Michelin Battù

Meano (Denti di) Michelin Battù
La gita
abo
3 31/10/2011

I primi due tiri sono in generale di placca d’aderenza e in generale sporchi (soprattutto il primo). Il terzo tiro è abbastanza breve ma presenta un muretto finale carino. Il quarto tiro è senza dubbio il più bello: piccolo strapiombo sopra la sosta con qualche sembianza boulder, poi bellissimo diedro da passare in dulfer e infine muretto verticale con appigli poco netti. L’ultimo tiro, passato il breve e divertente muretto sopra la sosta, porta per facili placche in cima al dente. La spittatura certo non abbonda ma dove serve c’è: noi avevamo dei friend medi e li ho usati solo per L4 insieme ad un cordino attorno ad uno spuntone, per il resto non sono indispensabili.
Per la discesa abbiamo optato per le doppie (tutt le soste sono dotate di anello di calata): con 2 mezze corde da 60m abbiamo fatto da S5 a S4, da S4 a S2 e da S2 a terra (una ventina di metri sopra l’attacco della via dove iniziano le vie del dente centrale).

In zona solo io e maurizio e un’altra cordata sullo spigolo SO al dente orientale.

Link copiato