Mea (Bec di) Gran Diedro di Sinistra

Mea (Bec di) Gran Diedro di Sinistra

Dettagli
Altitudine (m)
1350
Dislivello avvicinamento (m)
380
Sviluppo arrampicata (m)
180
Esposizione
Sud-Ovest
Grado massimo
6c
Difficoltà obbligatoria
5c

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Salita molto varia con una larga fessura al secondo tiro dove vi era un bong artigianale,diedri e un caratteristico pendolo al 6° tiro.
Soste spit+cordone e maillon e qualche spit lungo i tiri,necessari friend da piccoli a grossi (n°4 BD).
Avvicinamento
Dal parcheggio di Bonzosi sale un sentiero posto a destra della chiesa.
Fuori dall'abitato si tiene subito la destra e per prati (indicazioni x il Bec di Mea) e poi castagni (stare sempre a destra del torrente Unghiasse) si incontra e si segue un ottimo sentiero tracciato dalla forestale che sale nel bosco (bolli rossi). Si sale con molte svolte in mezzo ad una bella pineta e,quando questa diviene pianeggiante,si prende a sinistra un altro sentiero in piano (indicazioni "Parete Sud") che in breve porta ad un ometto situato al suo bordo destro;si sale il ripido pendio e si giunge così alla base della parete sotto la verticale del grosso tetto ("il Naso") ben visibile già da sotto (30 minuti circa dal parcheggio).
La via attacca leggermente a destra della sua verticale. (1° tiro in comune con la Via del Naso).
Descrizione

L1: V+ Ci sono due possibilità: seguire gli spit (6a) oppure dal 2° piegare a destra verso un diedro sporco (V+) e poi diritti fino alla cengia con pianta (via originale). Sosta spit+ cordone con maillon di calata.
L2: 6b/A1 Si sale diritti puntando alla fessura di sinistra delle 2 parallele (V,spit visibili);superarla (6b/A1, 2 spit) e continuare lungo la larga fessura fino al punto di fermata (2 spit+cordone e maillon di calata).
L3: V Spostarsi verso sinistra sfruttando una cornice fessurata (IV),continuare diritti in placca (V,1 spit) fino ad una fessura orizzontale;ancora una placca poco inclinata (IV) porta ad un terrazzo dove si sosta. (Vecchi cordoni da verificare e maillon).
L4: 6a+/A1 Traversare a sinistra su cengia,salire alcuni blocchi e superare un muro strapiombante (6a+/A1, 3 spit) sfruttando una piccola fessura spesso umida.Sfruttando una fessura orizzontale raggiungere un breve diedro (V+) e un successivo muretto (spit) porta in sosta. (spit+cordone e maillon di calata).
L5: 6a+/A1 Salire il diedro di fronte intasato da erba e rovi (V,1 chiodo e 1 spit) fino ad una biforcazione:
– la via originale sale diritta passando lungo un diedro (V) che al termine strapiomba (6a/A1) per terminare in cengia dove vi è la sosta.
– andando a destra (chiodo) si supera interamente il diedro (6a+/A1, spit e chiodi) della variante del 1999 (Blatto,Ghiani,Ballo);un bel passo finale ci porta alla cengia dove a sinistra vi è la sosta della via originale (spit+cordone e maillon).
L6: V Doppiare lo spigolo ben manigliato,traversare a destra sfruttando una fessurina (IV,1 chiodo) fino ad uno spit con moschettone:farsi calare 2 metri e pendolare fino a raggiungere una buona fessura che si sale fino ad uno spit;traversare su placca delicata (V) verso degli arbusti,prendere una buona fessura (V) e salire fin sotto il tetto finale. (2 spit da collegare).
L7: 6c/A0 Superare il tetto sfruttando la larga fessura ascendente verso sinistra (6c/A0, spit) fino alla sommità. Sosta con catena e maillon di calata.

DISCESA:
In doppia sulla via:
– Dalla sommità calarsi tenendo leggermente la destra fino ad una sosta con catena in piena parete;da qui scendere alla S.4 del Naso (sul bordo del tetto,sotto al diedro),poi con una doppia nel vuoto alla S.1;una corta calata riporta infine agli zaini.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
Tra il classico e il moderno (M.Blatto-A.Bosticco-M.Rosa)
rocciaclimb
11/07/2019
1 anno fa
6 anni fa
9 anni fa
10 anni fa
11 anni fa
13 anni fa
14 anni fa
37 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Webcam 1150m 5.5Km

Groscavallo

Webcam
Webcam 1200m 6.9Km

Ala di Stura – paese

Webcam
Link copiato