Marmolada d’Ombretta Via Don Quixote/Don Chisciotte

Marmolada d’Ombretta Via Don Quixote/Don Chisciotte
La gita
erpreciso
4 28/08/2016

Salita eccezionale, placche fantastiche spesso proteggibili e roccia ottima su alcuni tiri.
Tempistiche: usciti dal rifugio alle 5, attacco alle 6, 11 ore per la via, funivia persa.
Attenzione alle temperature negli ultimi tiri: non appena si entra nell’ombra del torrione vicino, ci si ricorda di essere a 3100mt. Tutto si risolve a due tiri dalla vetta, dove si torna al sole.
Discesa: la prima doppia si lancia direttamente dalla vetta, su mallion su cordini e due spit, guardando verso punta Rocca. Si atterra sull’intaglio tra i torrioni e si nota un’altra sosta di calata sulla verticale della calata. Per recuperare meglio la corda, il primo va direttamente alla seconda sosta di calata, qualche metro piu in basso a destra (spit) guardando il ghiacciaio, mentre il secondo recupera la corda dalla sosta non usata e scende poi camminando ma assicurato dal primo. La seconda calata arriva una trentina di metri sul ghiacciaio, saltando cosi una terminale, ma non é sufficiente ad arrivare alla zona pianeggiante. In caso di rigelo serale, o in genere con temperature basse, scendere la prima parte, con pendenze a 45gradi, puo essere difficoltoso senza ramponi. Al limite farei una doppia creativa su un fungo di ghiaccio piuttosto di rischiare di scivolare nei crepacci sottostanti. Noi siamo riusciti a scendere con scarpe da avvicinamento, la neve si pestava abbastanza bene.
I crepacci sono al momento molto visibili e facilmente saltabili o aggirabili. Abbiamo rallentato parecchio nella parte di ghiacciaio sottostante la fermata della funivia di punta Serauta, in quanto il ghiaccio vivo é costellato di sfasciumi, vetri rotti e torrenti. Finito il ghiacciaio, si arriva alla stazione a monte della teleferica dal passo Fedaia, ed una comoda mulattiera porta al rifugio Fedaia. Circa 3 ore dalla vetta, perse soprattutto sul ghiacciaio.
Al rifugio Fedaia chiedete info per i taxi: con circa 40 euro vi riportano alla macchina alla malga Ciapela.

In compagnia di Roberto, come al solito affidabile e sicuro.

Link copiato