Mariasco (Punta di) da Fondo

Mariasco (Punta di) da Fondo
La gita
erba-olina
4 29/11/2015
Accesso stradale
Ok

Seguito l’itinerario B. Giunti all’Alpe Las, però, tra una chiacchiera e l’altra, attratti dalla bella baita in alto, ci lasciamo sviare dal sentiero e raggiungiamo l’Alpe Salere. A quel punto, perché tornare indietro? La mulattiera però compie un lungo giro fino all’Alpe Creus prima di incrociare il sentiero del Gallo Forcello. Proseguiamo quindi senza guadare il rio su una traccia di servizio dell’Alpe per qualche decina di mt. di dsl e poi ci inerpichiamo tra rododendri, erba olina e qualche roccetta sin contro la bastionata rocciosa che chiude la conca a Nord. Sbuchiamo proprio in corrispondenza del breve passaggio esposto sul sentiero del Gallo Forcello, che è stato recentemente attrezzato con catena e canapone nuovi di zecca. Superato il passaggio ci ricongiungiamo in breve al sentiero 8, poi come da relazione fino ai laghi della Furce. Da qui in cima per la cresta SE evitando il canale per il Colle della Furce parecchio ghiacciato. Seguita una buona traccia fino all’Alpe della Furce, poi vaghi sentierini di animali, per finire con un corpo a corpo con la ripida erba olina.
Qualche palina ai bivi specie sui sentieri a tacche b/r sarebbe molto gradita.
Il vento non si è sentito quasi per nulla, meta azzeccata anche da questo punto di vista. Privilegio raro poter visitare la Bura at Talurn (ieri) e il vallone Burdeiver (oggi) in stagione tanto avanzata.

Meta condivisa con Tiziana, Roberto ed Enzo, che ringrazio per un’altra giornata fra queste montagne.
Week-end di full immersion in Valchiusella, per me forse le ultime occasioni per vedere questi luoghi e così tanta e folta olina pettinata dal vento e dorata nel sole!

Link copiato