Loson (Punta) anello valloni del Rouen e della Balma

Loson (Punta) anello valloni del Rouen e della Balma

Dettagli
Dislivello (m)
1500
Quota partenza (m)
1165
Quota max/vetta (m)
2650
Esposizione
Varie
Grado
BRA
Difficoltà alpinistica (se pertinente)
F
Tipologia
Attraversa pendii ripidi

Località di partenza Punti d'appoggio
rifugio Sellery a Monte( in andata) e rifugio Balma (in discesa)

Note
gita lunga, che non presenta difficoltà, l'unico BREVE tratto molto esposto e che richiede molta attenzione è il traverso tra l'anticima e la cima, un ripidissimo scivolo in neve, indispensabili picozza e ramponi.
Avvicinamento
da Giaveno si sale a Coazze e si continua per Pian Neiretto, al tornante prima, in corrispondenza di una strada che parte in curva (palina indicatrice) si parcheggia, a ciglio strada.
attenzione ai divieti di sosta.
Descrizione

Si prosegue lungo la strada (percorso un po’ monotono) toccando le Alpi Sellery e quindi si prosegue salendo il pendio sino all’evidente Colle della Roussa. Si continua mirando al Vallone Rouen (no paline), riconoscibile perchè si trova tra la Punta Lago Sud e la 3 Denti, è’ davanti a noi, si deve scendere/traversare per poi risalirla sino al vicino fondovalle, a dx il colle Balma, e a sx i due brevi pendii mediamente ripidi che ci conducono al lago Rouen soprastante, preferire il più vicino. Da da qui è necessario salire le roccette sopra di noi, facili, ed arrivare sulla cresta che piega a sx finendo sull’anticima della Loson (la cima è dietro).
Se non lo si è già fatto occorre qui calzare i ramponi e picozza, la Cima Loson è davanti a noi, vicina, ma occorre traversare uno scivolo ripidissimo e continuo in neve (qui passa il sentiero estivo), su salti.
A questo punto basta toccare la grossa croce di vetta!
Panorama magnifico, ripaga della lunga salita, in primis sulla Punta del lago Sud, ma anche sul Robinet, Monviso, Rosa e Cervino compresi.

Discesa
Si potrebbe ritornare indietro dal percorso di salita, oppure continuare una anello l’anello per il più facile Vallone della Balmaa. Dalla cima si prosegue in direzione opposta alla salita fino al colletto Loson si scende la val Balma sulla sx si raggiunge il rifugio Balma (bellissimo il locale invernale, riscaldato e con tutti i comfort, e magari lasciare una piccola offerta) da qui la neve sparisce inizia il sentiero verso valle, ma, al bivio segnalato con palina seguire a dx x FORNO (l’altra indica Molè che esce al santuario di Coazze e bisognerebbe poi risalire la strada comunale per l’auto). Da quì continua un sentiero non molto frequentato e segnato scarsamente, ma visibile e sbuca su un tornante sopra l’auto (sentiero militare ma non a loro riservato).

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC 1 1:50.000 IGC 17 1:50.000( l'intero itinere e compreso sulle due)
gino74
10/04/2014
8 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Link copiato