Lago (Punta del) anello da Pian Neiretto per il Colle della Roussa e Cresta Tirolo

Lago (Punta del) anello da Pian Neiretto per il Colle della Roussa e Cresta Tirolo

Dettagli
Dislivello (m)
1750
Quota partenza (m)
1165
Quota vetta/quota (m)
2527
Esposizione
Tutte
Grado
BRA
Difficoltà alpinistica (se pertinente)
F
Tipologia
Varie

Località di partenza Punti d'appoggio
alpeggi Sellery inf. e a monte (rifugio gestito in date certe)

Avvicinamento
da Giaveno(TO) salire in direzione Coazze prima,Forno poi, infine Pian Neiretto,al tornante prima, in corrispondenza di una evidente palona indicatrice, si parcheggia sul ciglio strada(attenzione ai divieti di sosta!!).
Descrizione

Inizialmente si percorre la strada, privata e vietata al traffico,che conduce agli alpeggi,circa 2 km al primo; si superano prima l’uno poi l’altro, tracce o itinere evidenti,volendo sarebbe possibile qui pernottare essendoci un confortevole rifugio (verificare apertura al pubblico tel 345.126.20.17) fino a giungere al colle Roussa(3,5 h). Si tolgono le racchette e si calzano i ramponi.
Si continua a Dx,risalendo lungo il filo della spalla che ci porta in ore 2 alla Punta del Lago, consigliato l’uso dei ramponi+picozza.Spalla quasi sempre larga( lontani dalle cornici!)che solo in corrispondenza di tratti rocciosi, un paio, richiede arrampicata di 1°, facile, moderatamente esposta, pero’ richiede la necessaria prudenza.
Dalla vetta panorama ravvicinato sul cuore del parco Orsiera, notare il vicino Robinet e la elegante Loson.
DISCESA: volendo si potrebbe ripercorrere a ritroso l’itinere, ma sarebbe eterno consiglio la cresta Tirolo davanti a noi.
la cresta Tirolo( ben visibile dal fondovalle valsusino) è lunga, con saliscendi che aumentano il dislivello di circa 300 m, subito ripida brevemente, poi diviene piacevolmente larga e piana a tratti discendente,si percorre sul filo, in pochi punti, 2 o 3, si devono aggirare dei passaggi rocciosi lato val Sangone, nella seconda meta’,per il resto e’ un progredire agevolmente, seppur lunga e faticosa.
La cresta Tirolo finisce in corrispondenza di un, grosso e unico nella sua stazza, ometto h=2m, cubico; si scende ad una vicina selletta, non direttamente ma aggirando delle roccette, si risale un breve pendio dalla cui sommità è visibile Pian Neiretto, da qui si scende direttamente, zigzagando ove si reputa opportuno, qualche sporadico ometto ma inutile, da questa sommità il pendio pare essere arduo, invece è pura illusione ottica, è piacevole sino alla fine senza difficoltà.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC 1 1:50.000 IGC 17 1:50.000( l'intero itinere e compreso sulle due)
gino74
08/03/2015
6 anni fa
7 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Webcam 730m 700m

Coazze

Webcam
Webcam 936m 6.6Km

Sacra di San Michele

Webcam
Webcam 360m 7Km

Condove

Webcam
Webcam 1000m 9.5Km

Frassinere

Webcam
Link copiato