Lera (Cresta Est) per il Rifugi Cibrario e il Lago Bertá

Lera (Cresta Est) per il Rifugi Cibrario e il Lago Bertá

Dettagli
Dislivello (m)
1850
Quota partenza (m)
1547
Quota vetta/quota (m)
3355
Esposizione
Nord-Est
Grado
AD-

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Cibrario

Avvicinamento
Seguire l'itinerario per il rifugio Cibrario.
Note
Lunga traversata con passaggi di III a tratti esposti che richiedono dimestichezza su roccia talvolta instabile.
Descrizione

Dal Rifugio Cibrario risalire per facili roccette il pendio che conduce al lago Bertá.

Successivamente portarsi sulla cresta fino a un grosso torrione dalla caratteristica forma a fungo. Di qui proseguire per difficoltà modeste fino a raggiungere un evidente intaglio che sovrasta quel che rimane del ghiacciaio Bertá.

Qui si presentano alcuni tratti verticali (presenti 3 chiodi su tutta la lunghezza del percorso) e le difficoltà aumentano pur rimanendo sul III grado. Alcuni tratti esposti. La roccia non è sempre stabile, prestare attenzione.

Percorrere interamente la cresta sul filo o poco sotto sul lato Cibrario. Si raggiunge così la Lera Orientale (Madonnina di vetta). Proseguire quindi per Lera Centrale e Occidentale fino a raggiungere Punta Sulé (qualche passo esposto). Scendere sotto la vetta del Sulé su placche rocciose e sfasciumi verso il colle Sulé. A quota 3157 tenersi sulla dx e per pietraia raggiungere il colle.

Da qui per sentiero segnalato al Cibrario e poi lunga discesa all’Alpe Barnas (punto di partenza).

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Fraternali Valli di Lanzo n. 8
puli88
11.08.2020
1 mese fa

Condizioni

Link copiato