Lavodillec e Crotey (Colli), da Clavalité anello per il Bivacco Borroz

Lavodillec e Crotey (Colli), da Clavalité anello per il Bivacco Borroz

Dettagli
Dislivello (m)
2170
Quota partenza (m)
1525
Quota vetta/quota (m)
2871
Esposizione
Varie
Grado
EE
Sentiero tipo, n°, segnavia
5 /102 - 3 - 4- 18 - 3E - 8A - 8 - 14 - 9 - 9B - 2

Località di partenza Punti d'appoggio
Area pic nic a La Grand Chaux, Bivacco Borroz

Note
Nessuna difficolta' oggettiva ma percorso piuttosto lungo, circa 30 km di sviluppo che può essere spezzato pernottando al bivacco Borroz. Percorso quasi interamente di difficolta' E, fatta eccezione il primo tratto di traverso in discesa su pietrisco instabile sotto il Colle di Lavodilec che rende la gita nel complesso di livello EE
Avvicinamento
Da casello Nus sulla A5 (Torino-Aosa) attraversare Fenis e imboccare la strada per la Valle Clavalitè che si percorre fino al parcheggio sotto Pian di Clavalité (1525 m)
Descrizione

Da Clavalitè tenere sempre la sinistra orografica del torrente attraversare il paese e continuare a salire per la strada.

Prendere il bivio per Grand Alpe (segnavia giallo). Dopo gli alpeggi di Celey seguire una mulattiera che costeggia le bellissime cascate del torrente Clavalitè.
La mulattiera si ricollega poi alla strada carrozzabile. Il tratto si fa più pianeggiante. Attraversare un ponte e passare sulla destra del torrente. Seguire la strada sino a un bivio a quota 2043.
Prendere a sinistra per il colle d’Etsely. Il bivacco è ben visibile.

Dal bivacco imboccare a sinistra (verso ovest) il sentiero Intervallivo 102, dapprima passando davanti alla Grand’Alpe, successivamente cominciando un lungo traverso in salita a mezza costa fino ai 2360 m dell’incantevole Lago di Lavodilec.

Dal lago procedere verso il Colle omonimo a 2877 m, che si raggiunge senza alcuna difficolta’. Prestare attenzione ai primi 50-100 metri di discesa, con traverso su pietraia instabile. Una volta raggiunta la dorsale erbosa, scendere per tornanti fino al pianoro erboso dietro la casa di caccia Grand Chaux, che si raggiunge senza percorso  obbligato attraversando alcuni torrentelli fino ai suoi 2370 m di quota.

Da qui procedere nel vallone di Saint Marcel in direzione Nord scendendo su sterrata (segnavia 4), passare il grazioso Lago Layet a quota 2285 m e proseguire fino a incrociare a quota 2125 circa il bivio per il sentiero con segnavia no. 18.

Imboccare il 18 sulla destra, passare gli alpeggi Chavannalaz e Lavanché, e proseguire ancora destra in salita su sentiero 3E fino a guadagnare il Col Crotey a 2458m. Segnalo che sulle carte esiste in alternativa una traccia che dalla sterrata, a quota 2140 circa (quindi poco pima del bivio per il 18), taglia in orizzontale in quota sopra gli alpeggi, facendo risparmiare ca 150 m di dislivello!

Dal Col Crotey infine scendere su sentieri 8A, 8 e 9 fino a Clavalité (Chez Boche), dapprima per pascoli, poi per ripidi tornanti nel bosco, passando per l’Alpeggio Prapremier. Giunti in valle, attraversare il torrente Clavalité e risalire gli ultimi 60 metri che separano dal parcheggio a Marqueron.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
airin
12/09/2019
2 anni fa

Tracce (2)

Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 1531m 800m

Fénis – Clavalité

Stazione Meteo 2250m 5.2Km

Fénis – Lavodilec

Webcam 500m 5.3Km

Fenis

Webcam
Link copiato