La Cassa e dintorni

La Cassa e dintorni

Dettagli
Dislivello (m)
300
Quota partenza (m)
250
Quota vetta/quota (m)
400
Lunghezza (km)
25
Esposizione
Tutte
Difficoltà salita
MC
Difficoltà discesa
MC

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Zona molto adatta alla MTB, piena di sentieri e sterrate che consentono di gironzolare liberamente variando a proprio piacimento la lunghezza e le difficoltà tecniche. Il terreno è vario, e alterna tratti pianeggianti ad altri collinari caratterizzati da salite brevi ma ripide e anche qualche bella discesa su single track.
Unico difetto, si tratta di una zona molto fangosa, da evitare quindi dopo giornate di pioggia, anche non troppo abbondanti.
Qui è descritto l'itinerario fatto da noi, ma sono possibili innumerevoli varianti
Descrizione

Dal bivio per la Bizzarria salita a Pralungo, attraversamento provinciale per San Gillio e quindi a destra fino alla borgata Colverso. Discesa su sterrato e svolta a sinistra percorrendo la strada lungo il Ceronda fino sotto al Truc di Miola. Qui si svolta a sinistra seguendo la strada per il Mulino e quindi breve ma ripida rampa per Mattodera. Con un bel tratto di sentiero si raggiunge la Torassa, un rudere di un piccolo castello nascosto in mezzo ai boschi. Da qui breve discesa tecnica verso la fontana di San Grato e quindi salita verso il cimitero di La Cassa. Di fronte all’ingresso del cimitero si svolta a sinistra e si affronta una ripida rampa sterrata ritornando nuovamente alla provinciale per San Gillio. La si attraversa e si riprende a ritroso la strada per Pralungo. Al primo bivio svoltare a destra seguendo le indicazioni per Givoletto/Rivasacco. Dopo un tratto abbastanza sconnesso, si scende lungo le praterie di Pralungo e si rientra al punto di partenza.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
carta Fraternali 1:25.000 - Basse Valli di Lanzo
lucabelloni
09/05/2015
6 anni fa
Link copiato