Jvari Pass valle tra Jvari pass e Kazbegi

Jvari Pass valle tra Jvari pass e Kazbegi

Dettagli
Quota partenza (m)
1800
Quota vetta/quota (m)
3736
Esposizione
Varie
Difficoltà sciistica
BSA

Località di partenza Punti d'appoggio
gesthouse a Sno, Sioni; guesthouse e hotel a Kazbegi

Note
Il periodo ideale è febbraio-aprile (per il Kazbek e altre vette oltre 4000 m, anche maggio).
Stepansminda (ex Kazbegi) è un antico borgo dimontagna, ben diverso dall’ambiente mondano di Gudauri. Costituisce la base migliore per gite di uno o più giorni, lontano dalle piste.
Avvicinamento
Da Tbilisi prendre verso nord la strada che porta in Russia a Vladikavkaz. Occorre superare Gudauri (2200 m) e il passo Jvari 2380 m, per scendere sull' altopiano di Kazbegi (ora Stepansminda, 1800 m), sempre in territorio georgiano.
Attenzione: la strada del passo è spesso chiusa in caso di forti nevicate; in ogni caso il traffico è molto lento a causa dei molti camion dalla Georgia alla Russia e viceversa.
Descrizione

Limitandoci alle gite fattibili in giornata, suggeriamo gli itinerari seguenti, in 5 aree diverse della valle.
1. Circa 2 km a nord del Jvari Pass, il Dedaena Peak 3488m offre un itinerario diretto su belle pendenze con esposizione est e finale alpinistico (consigliati ramponi e piccozza. Valutazione: BSA.
2. Dal villaggio di Kobi (poche case sparse e una seggiovia che porta alle piste di Gudaauri) si stacca verso ovest la lunga e selvaggia valle del Tergi. L’unica gita fattibile in giornata è il Khorisar 3736 m, da nord (una strada sterrata consente di accorciare l’avvicinamento di 2 km circa). Per la valle laterale di Mna (il fondovalle può essere pericoloso per valanghe) è possibile raggiungere in 7-10 ore la Bethlemi Hut al Kazbek; oppure il grande ghiacciaio Suatisi, con diverse vette oltre i 4000 m (la più alta è il Jimara 4780 m). Per queste ultime però, si tratta di mini-spedizioni di 3-4 giorni, ove occorre essere totalmente autonomi (tende, cibo, gas).
2. Dal villaggio di Sioni(circa 8 km a sud di Stepansminda) per la vallata di Terkhena si raggiungono le vette orientali della cresta del Narvani; la più accessibile è la q. 3142 m sulla carta Geoland (in vetta sci ai piedi), valutazione BS. Più a destra (salendo) ci sono magnifici pendii sovente in neve polverosa.
3. Dal villaggio di Sno, si può proseguire per strada sterrata (meglio se con veicolo 4×4) per diversi km, e in stagione avanzata fino a Juta2100 m. Da qui sono possibili belle gite raramente frequentate (Gora 3632 m, Jvartkhorkhi Pass 3456 m, Sasuptano 3398 m, Sadzele pass 3056 m o Chaukhi pass 3338 m con traversata nella valle di Khevsuretis, Chaukhi 3688 m, Sakharistsveri 3136 m).Da Akhalltsikhe 1900 m (2 km dopo Sno) una stradina (non percorribile in auto) volge a sud verso Artkhmo e da qui si raggiunge la bella cima del Tseri 3199 m per il versante nord. A quota 2000 m la valle di Sno si biforca; a sinistra si sale a Juta, a destra (piloni della linea elettrica) si entra nella Chaukhistskali da cui sono fattibili diverse cime sui 3200 m.
4. Direttamente sopra Stepansminda, le vette del Kuro Range(tra 3000 e 4000 m) offrono linee ripide e dirette (da salire in ramponi), ma molto esposte alle valanghe.
5. Sul versante ovest della valle principale, una gita facile ma su pendii sostenuti è il Monte Sut 2995 m, da Kanobi.Il Monte Tkarsheti 3427 m si sale da Khurtisi (per il canyon di Kesia), oppure dal villaggio di Tkarsheti (è naturalmente possibile realizzare il giro ad anello); dalla vetta si gode di una vista eccezionale sul Kazbek. Attenzione: da fine marzo il versante ovest della valle può essere privo di neve fino a 2000 m e oltre.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
mappe topografiche 1:50,000 –ediz. Geoland; digitali: www.mygeorgia.ge
Bibliografia:
vedi report http://www.avalcotravel.com/writable/file/Report_scialpinismo_GEORGIA_2019.pdf
philip
12/04/2019
3 anni fa
Link copiato