Janus (Fort du) da Montgenevre, giro per Fort Gondran il Lago Gignoux o dei Sette Colori

Janus (Fort du) da Montgenevre, giro per Fort Gondran il Lago Gignoux o dei Sette Colori
La gita
b-bepun
16/07/2016
Equipaggiamento
Front-suspended

Effettuato itinerario in comune con questo descritto sino al colletto sotto il forte Gondran di ritorno dal forte Janus (m.2541, panorama a 360°!). Da qui noi, abbiamo seguito l’itinerario n. 26 “Giro dei forti di Briancon da Monginevro” del volumetto “Valle di Susa in MTB” di Diego Drago. Quindi, ignorando la salita al forte Gondrand, abbiamo tenuto la dx scendendo sul versante di Cervieres, sino ai Baraccamenti della Cochette (m. 2255) e qualche metro più avanti risaliti per circa 100 di disl. al forte del l’Infernet, anche qui panorama super. Ritornati all’incrocio si continua in discesa passando per i Baraccamenti de la Seyte (m. 2106) e successivamente in prossimità del fort d’Anjou (m. 1669). Da qui si continua sulla dx arrivando nella zona del piazzale del campo da tiro, adiacente al fort des Tetes (m.1445). Qui purtroppo noi abbiamo sbagliato e anzichè passare dal forte e poi sul ponte d’Asfeld sul torrente Durance, per poi concludere nel fort du Chateau nel cuore di Briancon e uscire infine dalla Porte de Pignerol arrivando al piazzale Champ de Mars, abbiamo cannato e siamo andati a scendere su un sentierino in mezzo al fitto bosco che arriva in Briancon bassa sulla strada verso l’Isoard. Una bevuta e poi risalita sulla ripida rampa nel cuore della città, per riprendere la statale per il Monginevro dove avevamo l’auto. Arrivati in prossimità di La Vachette, visto il caldo, il traffico non piacevole e pensando a non arrivare troppo tardi alla ns cena serale con gli amici che ci aspettava…, pollice in fuori e dopo due minuti si ferma un furgone (scarico…) degli atleti partecipanti al mondiale di VTT che si tengono a Monginevro e carica noi due e le bici portandoci sino all’auto, bene così… Bel giro fatto con Cri, tutto ciclabile con panorami bellissimi, forse ha più senso lasciare un auto a Briancon evitando i 600/700 m. di risalita sulla trafficata e calda statale nelle ore pomeridiane e portando il giro a poco più di 1000m di dislivello per 31 km, anzichè i 1700 x 41km dell’itinerario originale.

Link copiato