Hérens (Dent d’) per il pendio Sud ovest

Hérens (Dent d’) per il pendio Sud ovest
La gita
carlo
5 13/05/2007
Osservazioni
Nessuno
Quota neve m
2600

Volete concludere la stagione scialpinistica con una gita memorabile?
eccovi alcuni buoni consigli:
1) scegliete un week-end con previsioni meteo incerte, perturbazioni in arrivo e vento forte in montagna.
2) cercatevi un rifugio ad almeno 4 ore di marcia di cui tre con sci a spalla.
3) combinate con due amici ( alberto e luca) pronti a farsi tagliare la gola piuttosto che rinunciare alla gita.
4) scegliete un 4000 che manchi al vostro curriculum, con un bel finalino alpinistico, raramente in buone condizioni.
Se tutto ciò vi motiva, la dent d’heréns è al montagna che fa per voi e vi assicuro che non vi deluderà!!

Note tecniche:
-attualmente l’itinerario è in buone condizioni ma tre ore di marcia sci a spalle sono veramente al limite dell’accettabile.
-il tempo instabile con vento forte e freddo hanno reso la gita particolarmente impegnativa rendendo improponibile proseguire oltre la anticima.
– la discesa del ghiacciaio, per fortuna con buona visibilità, è stata una meraviglia.
-la dent d’herèns è curiosamente assai poco frequentata dagli italiani mentre è molto ambita da svizzeri e francesi che arrivano dal col de la division. Dato però che sanno più di noi capire il meteo in questo w-e al rifugio eravamo solo noi ed un simpatico gruppetto di emiliani chiaccheroni che sono andati alla spalla.
– Rifugio raccomandabilissimo!! il gestore è una persona veramente gentile e competente sia per le informazioni sull’itinerario sia per le capacità gastronomiche.Ancora grazie per l’ottima accoglienza!!!

Link copiato