Gorre (Pian delle) dalla Certosa di Pesio per il Percorso Naturalistico

Gorre (Pian delle) dalla Certosa di Pesio per il Percorso Naturalistico

Dettagli
Dislivello (m)
280
Quota partenza (m)
859
Quota vetta/quota (m)
1044
Esposizione
Varie
Grado
T

Località di partenza Punti d'appoggio
Rif. Pian delle Gorre

Note
Bel percorso ad anello che parte dalla Certosa di Pesio e raggiunge il Pian delle Gorre. Percorso molto facile, alternativo alla strada asfaltata, segnalato ed attrezzato con bacheche e pannelli di divulgazione naturalistica
Descrizione

Si parte dal piazzale della Certosa di Pesio e si sale per un breve tratto lungo il Vallone di S. Bruno, costeggiando il muro di cinta della certosa. Dopo circa 200 m si lascia la strada sterrata e si svolta a dx attraversando il ponte in legno e imboccando sulla sx il sentiero che si inoltra nel bosco. Si prosegue intersecando la strada del vallone del Cavallo e attraverso un bel bosco di latifoglie si arriva all’area attrezzata Dompè.
Da qui si costeggia il Pesio e si raggiunge l’area attrezzata Ardua dove vi è il casotto di sorveglianza dei guardiaparco. Si attraversa la strada asfaltata entrando nel bosco di abete bianco raggiungendo nuovamente la strada dopo circa 800 m.
Dopo un breve tratto sull’asfalto il sentiero scende a dx raggiungendo il torrente: purtroppo l’attraversamento del torrente è impedito dal fatto che il ponte previsto… non c’è!!! Dall’altra parte del torrente vi è la sterrata che conduce al Pian delle Gorre che completerebbe il percorso. Forse in periodi di magra si riesce ad attraversare il torrente sui massi… oggi decisamente no! Conviene quindi dalla strada trascurare il sentiero che scende e proseguire sull’asfalto direttamente fino al Pian delle Gorre (noi siamo tornati indietro e risaliti velocemente fino all’asfalto).
Dal Pian delle Gorre, sulla dx, si scende lungo il sentiero naturalistico che attraversa su due ponticelli il torrente e raggiunge il bivio per l’Oasi Faunistica; si scende a dx lungo la sterrata che costeggia il torrente raggiungendo in breve, sulla sponda opposta, il punto del mancato attraversamento. Seguendo la stradina, con alcuni saliscendi, si raggiunge quindi il Villaggio d’Ardua.
Seguire la strada di sx attraversando il villaggio, fino a portarsi sotto al cucuzzolo dove sorge la cappella Mad.na dell’Ardua che si raggiunge in pochi minuti tramite una pista sulla dx. Ritornati alla strada, seguirla in discesa ritornando velocemente al piazzale della Certosa di Pesio.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC n°8 - Alpi Marittime e Liguri
andrea72
29.10.2006
14 anni fa

Condizioni

Link copiato