Gondo (Gole di) Titanic

Gondo (Gole di) Titanic

Dettagli
Altitudine (m)
1400
Dislivello avvicinamento (m)
200
Sviluppo arrampicata (m)
120
Esposizione
Nord
Impegno
IV
Difficoltà ghiaccio
6

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Da gondo proseguire in auto verso il passo del Sempione , dopo i 2 tornanti sotto la pala inizia una serie di paravalanghe, dopo il primo sulla sinistra idrografica un ponte sul torrente porta ad un secondo sulla destra orografica, a 200 metri dall'imbocco apertura sulla destra per 3 posti auto. Fiancheggiare la strada fuori dal paravalanghe per 300 metri direzione passo, una rampa permette di salire sopra il tetto. Proseguire sempre in direzione passo. Il primo grosso canalone sulla sinistra porta a meeting wall, ignorarlo e proseguire sempre in direzione del passo costeggiando la Parete Nascosta. Il secondo canalone porta all'attacco di Diabolik.
In alternativa e possibile calarsi dall'alto e fare solo i 3 tiri di Titanic, in questo caso non fermarsi nel paravalanghe ma proseguire fino alla fine dei paravalanghe ( Alte kaserme ) fa qui si risale il sentiero che porta all'Alpe Figina per poi abbandonarlo verso sinistra in direzione dell'uscita delle cascate. ( questa soluzione necessita di una discreta conoscenza della zona)
Note
Grandioso itinerario tra i più difficili della zona, se il free standing finale non fosse in condizioni è presente un tiro su roccia attrezzato a spot (6a A0 , 5C obbl )
Descrizione

L1 – Con un primo facile tiro ci si porta in una nicchia 5 metri dall’inizio del primo muro dritto.
L2 – con un tiro da 60 metri si arriva ad una sosta a spit ben protetta oltre la fine della splendida goulotte del secondo tiro. (sosta a spit alla base della colonna del terzo tiro.
L3 -bella colonna di discreto impegno, sosta su roccia un po’ scomoda in uscita sulla DX oppure attrezzare su ghiaccio.
L4 e L5 – conserva fino alla base di Titanic, evidente sulla DX, al centro il muro di Diabolik, a sx la variante più facile , Natalina ( WI 4 ) .

Titanic si risolve in 3 impegnative lunghezze,
L1 – fin sotto lo strapiombo, sosta su ghiaccio ,
L2 – si affronta la meringa dove più agevole , sosta a spit alla destra alla base del candeline finale,
L3 – aereo free standing , uscita sui pendii sommitali, sosta su larice.

Discesa:
a piedi lungo il sentiero dell’Alpe Figina. Dall’uscita Spostarsi progressivamente in direzione del passo perdendo progressivamente quota fino ad intercettare il sentiero, non così evidente se non tracciato

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Pellizzon- De Luca
Bibliografia:
Giardini di cristallo
alberto94
24/03/2018
3 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Panoramica 2612m 5.8Km

Camoscellahorn (Pizzo Pioltone)

Panoramica 3437m 5.9Km

Breithorn (Simplon)

Webcam 1480m 6.2Km

Simplon

Webcam
Link copiato