Gimont (Mont) o Grand Charvia da Claviere per la Valle dei Mandarini

Gimont (Mont) o Grand Charvia da Claviere per la Valle dei Mandarini
La gita
scristal2
2 02/05/2010
Accesso stradale
Strada pulita
Osservazioni
Nessuno
Neve (parte superiore gita)
Primaverile/trasformata
Neve (parte inferiore gita)
Primaverile/trasformata
Quota neve m
1800

Partito da Monginevro-Chalmettes. Innevamento consistente soprattutto sulle piste, anche se in alcuni punti i francesi sono passati con qualche draga x spalare.
Nebbia in partenza , buco tra i 2000 e i 2500, poi di nuovo nebbione stavolta pure con vento. Neve fradicia (pelli zuppe come non mai !) ma grazie alla pista mai cedevole, ben sciabile e nel tratto centrale addirittura divertente.
Fermato , viste le condizioni di visibilita’ e stato della neve , all’arrivo della seggiovia.
Quantita’ neve 4/5
Qualita’ neve (in pista) 3/5, fuori 0/5
Con Claudia 4wd.
Incrociato uno ski-alp arrivato poco prima anche lui al Rocher de l’Aigle e una decina che salivano mentre gia’ scendevamo.

Anche oggi meta variata all’ultimo : pensavo di salire al Fraiteve da Sansicario ( sempre sfruttando le piste) , ma lì piovicchiava e la neve in partenza era anche discontinua. Un breve sopralluogo a piedi , tra chiazze di neve sporca di grasso e immondizia di ogni genere che emergeva dai prati marroni dove questa si era gia’ sciolta mi hanno fatto cambiare idea.
Desolante il tutto : enormi casermoni deserti e sporcizia la fanno da padroni : proprio un bello spettacolo quello che resta della stagione in pista . Mi chiedo : ma vista la scarsa educazione dei pistaioli almeno sensibilizzare i proprietari degli impianti a una bella pulizia non sarebbe cosa giusta ? Ci spero poco

Link copiato