Giassiez (Monte) o Giaissez da Bousson

Giassiez (Monte) o Giaissez da Bousson
La gita
abo
29/10/2016
Equipaggiamento
Front-suspended

Bel giro, con meno neve sarebbe stato meglio ma va bene uguale. Come da relazione nessun problema fino a Rhuilles, poi sterrata da “morte dell’anima” fino a Chabaud, per una serie di fortunati eventi sono riuscito a farla tutta in sella, meno male che sono strappi brevi e un po’ si riesce a rifiatare. La mulattiera per il giassiez all’inizio è ben pedalabile, poi inizia la neve e si va di poussage e portage fino in cima. Per quanto riguarda la discesa condivido il pensiero di Rocciaclimb: non entusiasmante; in realtà ci sono un sacco di traccioline che portano a valle ma sono tutte abbastanza simili. Il tratto ripido a sx della forra finale era tutto innevato e quindi non me lo sono goduto ma da secco può essere divertente. Breve risalita panoramica fino al col begino e poi discesa sul lago nero (il sentiero del pilone manna l’ho già fatto una volta… e mi è bastata): strada quasi tutta innevata. Invece di seguire la sterrata per tornare a Bousson ho seguito il sentiero dei laghi clot foiron, purtroppo innevato nella parte alta ma poi divertente e scorrevole in basso. In questo modo il kilometraggio rimane uguale (21-22km) e il dislivello aumenta lievemente (ca 1450m). Prendendo tutti i tagli si arriva a Bousson praticamente tutto su sentiero.

Poca gente in giro, qualche cacciatore sopra Chabaud e qualche altro biker verso capanna Mautino.

Link copiato