Gialin (Punta) Cresta ESE

Gialin (Punta) Cresta ESE
La gita
dan74climb
4 02/09/2018
Accesso stradale
Ok

Cresta ESE raggiunta dal Rifugio Pocchiola Meneghello attraverso il colletto a sx del colle Moncimur. Dal bivacco raggiungere il lago di Motta per tracce di sentiero che risalgono il canale parallelo a destra del canale percorso dal torrente proveniente dal lago di Motta. Superato il lago risalire il vallone che conduce al colle del Moncimur (neve e sfasciumi ripidi). A 100 m dal colle dirigersi a sx e raggiungere il colletto a sx dei due rilievi rocciosi (facile). Scendere sul versante opposto dirigendosi verso il laghetto quotato 2946 m (evitare di attraversare alti… si perde tempo su terreno poco agevole… conviene scendere e puntare al laghetto). Raggiungere per pietraie il colletto Gialin 3089 e da qui seguire la cresta ESE come da itinerario proviene da Forzo. La cresta è facile fino all’anticima (F). Per raggiungere la cima vera e propria occorre scendere un salto di 5 metri strapiombante (visto da sopra V?… ) sul versante lago Gelato (il passaggio a dx sul versante Forzo citato su alcune relazioni probabilmente è franato anni fa… NON percorribile). In totale considerare 4 ore e mezza dal Pocchiola. Itinerario in gran parte senza sentieri e con poche tracce di passaggio, in ambiente solitario come tutte le salite nella zona.

Gita sociale Cai di Cuorgnè. 9 partecipanti. Bivacco pulito e ordinato. Partiti dal Teleccio e dopo un saluto al sempre accogliente Rifugio Pontese raggiunto il bivacco con tempo un po’ incerto. Il giorno successivo fermati all’anticima per meteo incerto e passaggio in discesa all’intaglio verso la vicinissima cima un po’ troppo esposto e impegnativo. Ritorno al bivacco con nebbia. Scesi a San Giacomo su sentiero ripido, poco frequentato ma ottimamente segnato.

Link copiato