Gheule (Punta delle) da Ronco Canavese

Gheule (Punta delle) da Ronco Canavese
La gita
giuliof
4 02/05/2021
Accesso stradale
Ok Ronco Canavese.

Partito dal ponte che conduce alla borgate Montelavecchia e Boggera che non avevo mai visitato prima. Dalla seconda borgata, nei pressi di un frutteto, sono salito dritto per dritto seguendo esili tracce fino ad agganciare la mulattiera proveniente da Ronco. Salito quindi a Tiglietto e da qui, passando per una casa ristrutturata con caratteristico spuntone roccioso e due baite in rovina poco sopra, ho ripreso la dorsale per la Tavorna. Da qui facilmente verso le Gheule: quella con la croce e quella poco più alta. Con sorpresa scopro che il versante nord è quasi del tutto libero da neve, quindi opto per una rocambolesca discesa su Cernisio. Primo tratto su dorsale comoda ricalcando una traccia molto esile e poi un tratto con poca neve ma su di un pendio “non troppo elementare”. Da quota 1600 m, presente un rudere ed un sentiero di traverso, la faccenda si fa più comoda, ma il sentiero coi bolli rossi si smarrisce e si ritrova in men che non si dica. Scendo quindi costeggiando un canalone dove avvisto un grosso cervo. Giunto alla stradina asfaltata del vallone di Servino non rimane che chiudere l’anello percorrendo i comodi sentieri sulla sinistra orografica del Soana. Un bel giro fatto al momento giusto, per fortuna i venti del mattino hanno asciugato i ripidi prati in alto che non mi hanno dato nessun problema: avevo la picca ma è rimasta sullo zaino. Anche le zecche non hanno creato problemi ma questa volta avevo il repellente e pantaloni lunghi. Meteo buono verso nord ma guasto intorno alla Quinzeina. Nessuno in giro, ciò mi ha permesso di vedere vari animali.

Link copiato