Gardon (Testa)da San Giacomo per il Colle Gardon

Gardon (Testa)da San Giacomo per il Colle Gardon

Dettagli
Dislivello (m)
581
Quota partenza (m)
1537
Quota vetta/quota (m)
2118
Esposizione
Varie
Grado
E

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Da Borgo S.Dalmazzo si imbocca e si percorre la S.S. 21 del Colle della Maddalena sino a Demonte, dove si gira per il Vallone dell'Arma e lo si percorre sino a San Giacomo di Demonte. Subito tra le prime case di S.Giacomo si stacca a destra la ripida stradina del Vallone di S.Giacomo; lo si percorre sino a Q 1500 ca, dove si parcheggia nei pressi di un invaso Enel. Recentemente è stato asfaltato un ulteriore tratto sino al Gias Bourel (1658 m) con possibilità di parcheggio in varie piazzole erbose lungo la strada.
Note
Bella e facile passeggiata che permette di raggiungere una facile cima molto panoramica sulle montagne tra le valli monregalesi e l'Alta Valle Stura. A nord, la vista è chiusa dall'ampio crinale della conca ai piedi dei Monti Gorfi, Borel, Bram e Grum.
Descrizione

Dal parcheggio (1537 m) percorrere l’evidente strada che risale la conca di S.Giacomo (un primo tratto è stato asfaltato recentemente) lasciando a destra la vecchia traccia per il Gias della Sella (ormai invasa di vegetazione) e, successivamente a sinistra, quella per il Gias Bourel (1658 m). Proseguendo si incontra un secondo bivio (1756 m); si tralascia il ramo di sinistra per il Gias Contard e si percorre la sterrata verso destra che, con un lungo traverso quasi in piano, conduce prima al Gias della sella (1846 m), poi al Gias Gardon nuovo (2002 m, sulla sinistra in basso si trovano i resti del Gias Gardon ai piedi delle caratteristiche Rocce Pinte) e infine al Colle Gardon (2053 m). Dal Colle si individua un flebile traccia che verso destra risale gli ampi pascoli della Testa Gardon (2118 m). Discesa a ritroso

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Il toponimo Gardon è legato alla posizione molto panoramica della cima e richiama al verbo "guardare" e ad altri toponimi più noti quali "gardetta", "gardiola", ecc...
Cartografia:
Bassa Valle Stura di Demonte, Ed. Fraternali - 1:25.000
3 mesi fa
7 anni fa

Condizioni

Link copiato