Fortin (Mont) giro della val Val Veny da La Visaille

Fortin (Mont) giro della val Val Veny da La Visaille

Dettagli
Dislivello (m)
1600
Quota partenza (m)
1569
Quota vetta/quota (m)
2758
Lunghezza (km)
30
Esposizione
Varie
Difficoltà salita
BC
Difficoltà discesa
BC

Località di partenza Punti d'appoggio
rif elisabetta soldini

Note
Itinerario al limite del ciclo-alpinismo per la discesa dal m fortin verso alpe sup del'arp vielle che si svolge prima su sfasciume, poi per un sentiero solo a tratti ciclabile..Volendo si può evitare il tutto scendendo per la via di salita fino al lago Combal ,ma per chiudere il giro occorre risalire di altri 350m.
Il primo tratto dal Fortin non é assolutamente ciclabile e può diventare delicato se risultano presenti residue lingue di neve.
Descrizione

La partenza può avvenire indistintamente dalla sbarra che blocca il traffico privato in loc Visaille come dal precedente pianoro dotato di più ampi parcheggi anche in funzione del ritorno..
Si percorre la strada asfaltata che risale il fondovalle affrontando i primi 350mt
di disilivello fino al ponte-diga che forma il lago di Combal da quì si può sceglire se imboccare direttamente il sentiero del TMB in direzione del col Chécrouit e quindi ridurre di molto le fatiche future o continuare in direzione del rif Elisabetta…
In questo caso si prosegue sulla sterrata che porta in direzione del col de la Seigne fino al pianoro sottostante il rif.(2156m)da quì seguendo i segni gialli dell’altavia n°2 sulla sx in direzione del colle di Chavannes (2603m)
La salita al colle purtoppo è quasi interamente con la bici a spalle ma l’ambiente riesce a distrarre la mente..(un oretta di fatica)
Dal colle per la sterrata che scende verso La Thuile , dopo un centinaio di metri di disilivello negativi a sx per il sentiero che porta al m Fortin (2758m).
Il sentiero é interamente ciclabile oltre che panoramico.
Dal M Fortin si ha una vista esagerata sia sul massiccio del Bianco che sulla val Veny e la val Ferret.(da sola ripaga la salita)
I primi 100-150m di discesa sono decisamente impraticabili per gli oggettivi rischi dato il fondo instabile e la mancanza di una traccia vera di sentiero quindi da un colletto si iniziano ad intravedere i tornantini di quella che sarà la via di discesa non sempre agevole.
Ad un certo punto il sentiero si biforca ( 2380m) prendiamo a dx in direzione dell’alpeggio sup dell’Arp Vieille(2356m)
Seguendo il TBM si scollina (100m scarsi di risalita) ed iniziamo la libidinosa discesa verso il col Checrouit (1956m)
Quindi a sx in direz del rif Monte Bianco(1700m) per un divertente sentierino nel sottobosco fino al piazzale del rif ,quindi sempre a sx per sentiero in direzione della Visaille e seguendo le indicazioni non sempre evidenti ma in logica direzione per sterrato semipianeggiante si giunge alla Cantina della Visaille (1659m) da dove andremo a riprender l’auto.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
igc n°107 monte bianco 1:25.000
ari
23/08/2004
17 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 1200m 650m

Courmayeur – Dolonne

Stazione Meteo 2076m 3Km

Courmayeur – Mont de la Saxe

Stazione Meteo 996m 4Km

Pré-Saint-Didier – Capoluogo

Stazione Meteo 2044m 4.8Km

Pré-Saint-Didier – Plan Praz

Stazione Meteo 2876m 5.3Km

Morgex – Lavancher

Stazione Meteo 2842m 5.4Km

Morgex – Lavancher

Webcam 1696m 6.7Km

Arpy – Foyer de Fond

Webcam
Webcam 1640m 8.5Km

Courmayeur – la Vachey

Webcam
Link copiato