Deux Sauts (Tête Entre)da Entreves, giro

Deux Sauts (Tête Entre)da Entreves, giro

Dettagli
Dislivello (m)
1940
Quota partenza (m)
1280
Quota max/vetta (m)
2728
Disl. portage (m)
900
Lunghezza (km)
35
Esposizione
Varie
Difficoltà salita
BC
Difficoltà discesa
BC+
Difficoltà single trail
S2

Località di partenza
Note
Lungo giro molto impegnativo fisicamente che alterna tratti pedalati ad altri di spintage e di portage che sono all'incirca sui 900mt misti.
Le discese sono per lo più molto scorrevoli fatta eccezione per la discesa dalla vetta e la Val Sapin,vera chicca della giornata.
Avvicinamento
Lasciare l'auto nei pressi dell'area pic-nic appena usciti sulla sx dalla sopraelevata che conduce al Tunnel.
Descrizione

Dal parcheggio dell’area pic-nic di Entreves si risale fino a La Palud ed in seguito si percorre tutta la Val Ferret fino ad Arnouva m.1775 dove comincia il sentiero che ci porterà al Rif.Bonatti.
I primi 200mt si faranno tutti a spinta in quanto il sentiero tra ripidità e ostacoli vari risulta non ciclabile.
Nei pressi di Arnouva di Mezzo m.1990 si può tornare in sella alternando tratti pedalati ad altri brevi a spinta su splendido sentiero fino al bivio sopra il Rif.Bonatti dove una breve deviazione è vivamente consigliata.
Si percorre ora il Vallone di Malatrà con un primo tratto da fare in spintage/portage fino al pianoro dove si ritorna in sella e si tiene la dx (indicazioni Col Entre deux Sauts).
Un nuovo tratto di portage conduce finalmente al Colle a m.2524;piegando a dx e nuovamente con portage si risale il ripido sentiero che porta all’ometto di vetta della Tête Entre Deux Sauts m.2728. Vista spettacolare e ravvicinata di tutto il Massiccio del Bianco
La discesa si svolge su stretto sentiero,ripido con gradini e dal grip non molto buono (S3, 2 tratti S4) fino al colle.
Al Colle prendere ora il sentiero dal fondo compatto di dx che scende fino a quota 2275 (S1, tratti S2 sul finale).
Si prosegue un po’ a spinta e un po’ a portage fino al Col Sapin m.2435,si devia a dx su ripidissimo sentiero e si raggiunge la vetta della Tête de la Troche m.2581.
Comincia ora una lunghissima discesa che ci porterà fino al Rif.Bertone con prevalenza di fondo compatto e liscissimo (S1); la parte finale presenta un tratto più difficile, ripido con tornanti (S2-S3).
Dal rifugio svoltando a sx si percorre la tecnica discesa fatta di lunghe scalinate,gradoni e tornanti stretti con ostacoli (S2-S3) che ci condurre al fondovalle lungo la splendida Val Sapin.
Giunti su asfalto si scende verso Villair Dessot e La Saxe dove su strade secondarie si risale fino al parcheggio.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
rocciaclimb
25/08/2016
5 anni fa

Tracce (1)

Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 1200m 1.9Km

Courmayeur – Dolonne

Stazione Meteo 2076m 2.2Km

Courmayeur – Mont de la Saxe

Stazione Meteo 996m 6.2Km

Pré-Saint-Didier – Capoluogo

Stazione Meteo 2044m 6.4Km

Pré-Saint-Didier – Plan Praz

Stazione Meteo 2876m 6.4Km

Morgex – Lavancher

Stazione Meteo 2842m 6.6Km

Morgex – Lavancher

Webcam 1640m 7.8Km

Courmayeur – la Vachey

Webcam
Webcam 1696m 8.8Km

Arpy – Foyer de Fond

Webcam
Link copiato