Forni (Monte dei) dall’Albergo dei Forni per il Rifugio Pizzini

Forni (Monte dei) dall’Albergo dei Forni per il Rifugio Pizzini

Dettagli
Dislivello (m)
1073
Quota partenza (m)
2170
Quota vetta/quota (m)
3243
Esposizione
Sud-Est
Difficoltà sciistica
BS
Tipologia
Pendii ampi

Località di partenza Punti d'appoggio
rifugio Pizzini

Note
Le salite scialpinistiche alle Cime dei Forni ed al Monte dei Forni, sono delle interessanti gite, tra le più semplici nella zona dei Forni. I panorami dalle sommità sono tra i più belli e maestosi che si possono incontrare nell’andare per montagne.
Generalmente sono da fare con neve trasformata, ma anche con neve fresca sono raccomandabili.
Vedere schede relazioni gite scialpinismo rifugi Branca e Pizzini.
Descrizione

Dal parcheggio dei Forni (2170 m ca.) imboccare la carrareccia che conduce al Rifugio Pizzini, questa dopo un breve ripido tratto si inoltra nella Valle di Cedéc e conduce senza difficoltà di percorso e di orientamento al rifugio.
In caso di instabilità del manto nevoso è consigliabile, al fine di evitare un pericoloso tratto nella parte iniziale seguire la cosidetta ‘via invernale’.
Quindi dal parcheggio inferiore (2140 m ca.) seguire la strada sterrata e portarsi in direzione dello sbarramento artificiale del’AEM, poco prima di questo deviare alla propria sinistra e raggiungere la strada sterrata per il Rifugio Branca.
Seguire in piano la carrareccia e superare il ponte sul torrente Cedéc (2216 m), appena dopo il ponte deviare alla propria sinistra e portarsi nei pressi della Malga dei Forni. Da qui con un traverso addentrarsi nella valle di Cedéc, raggiungendo appena possibile il fondovalle, lungo il quale si prosegue sino al rifugio.
Dal Rifugio Pizzini si sale senza perdere troppo quota in direzione sud-ovest lungo l’ampio pianoro sottostante i Passi di Zebrù e ci si porta verso sinistra a salire l’ampio canale che sale al Passo Zebrù meridionale. Appena possibile, prima del passo, si salgono i ripidi pendii in direzione sud-ovest andando ad immettersi così in un’evidente valletta che porta in diagonale verso sinistra sull’ultimo pendio posto sotto la cima. Da qui leggermente verso destra in modo intuitivo fino all’esile vetta.
Per la discesa una volta ritornati sotto la cima si può scendere più direttamente per una stretta valletta che costeggia le varie quote della cresta del Monte dei Forni. In corrispondenza dei grandi ripiani conviene spostarsi lungamente a destra senza perdere quota e quindi terminare la discesa su bei pendii meridionali – prima aperti e poi con radi pini – direttamente al parcheggio di partenza. La discesa diretta è consigliabile anche in salita se si parte direttamente dal parcheggio dei Forni e si fa la gita in giornata.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Kompass 072 Parco Nazionale dello Stelvio 1:50 000 - Tabacco 08 Ortles-Cevedale 1:25.000
giorgiobi
26.03.2018
3 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Link copiato