Faroma (Monte) da Porliod e la Cresta NE

Faroma (Monte) da Porliod e la Cresta NE
La gita
giuliof
5 13/08/2011

Condizioni ottime oggi per questa montagna, rocce asciutte e percorso finale adiacente la cresta ben segnalato da traccie ed ometti, poco più di un’ora dal colle alla cima, in tutto 4 ore dall’auto. A sorpresa, la gita viene ulteriormente facilitata grazie all’apertura straordinaria della poderale in occasione della festa all’oratorio di Cuney che permette di sgraffignare un po’ di dislivello ed evitare tratti di sterrate polverose. Salito in auto fino al tornate dell’alpe Chavalary (2150 m.) e parcheggiato in uno spiazzo laterale, si poteva anche andare oltre ma ho avuto pietà per il veicolo: già c’e’ da sentirsi un “ladro” a portare a casa un bel tremila come questo con così poca fatica ed impegno. Salito per prati fino ad agganciare il sentiero che porta al colle di Salvè e seguito l’itinerario come da relazione. Ad un certo punto incontro un’altro escursionista solitario, Giorgio di Milano all’incirca mio coetaneo e per scherzo gli dico che “ha tutta l’aria di uno che sta per salire al Foroma”, ma lui che era diretto solo al bivacco smentisce decisamente; poi arrivato al colle Vessona decide di seguirmi fino in vetta, ben destreggiandosi lungo il percorso. Considerata la festa sopra citata la zona era abbastanza affollata nei pressi dei colli e del bivacco ma abbiamo incontrato solo 3 persone in cresta. Tra le molte opzioni possibili sono rientrato risalendo al colle Chaleby e percorrendo buona parte della panoramica costa Champorcher sulla quale è presente una debole traccia scendendo poi per prati fino ad agganciare prima il sentiero di salita e poi la poderale dove ho parcheggiato. Credo che la soluzione migliore sia partire da Lignan, aggiungendo sì del dislivello, ma evitando i saliscendi. Altre opzioni a portata di mano per dare valore aggiunto alla gita possono essere: l’oratorio e la cima del Morion sulla quale è visibile un’ottima traccia. Visto numerose marmotte nei tratti percorsi fuori sentiero. Prima volta in questa valle.

Link copiato