Enchastraye (Monte) da Grange

Enchastraye (Monte) da Grange
La gita
ghiglio
4 18.04.2014
Accesso stradale
ok
Osservazioni
Visto valanghe lastroni esistenti
Neve (parte superiore gita)
Primaverile/trasformata
Neve (parte inferiore gita)
Primaverile/trasformata
Quota neve m
1700
Equipaggiamento
Scialpinistica

si portano gli sci a mano per pochi minuti ma bisogna attraversare due volte il torrente ed è abbastanza problematico se non si trova subito il passaggio giusto. Il vallone è lungo ed incassato. Pendii svlangati sia sul lato dx che sx. In giornate sbagliate potrebbe essere un vallone molto pericoloso. Oggi il cielo era velato, la visibilità e la temperatura ottima per cui la neve non ha subito sbalzi eccessivi e si è mantenuta buona in salita, con ottimo grip, e morbida il giusto in discesa. Quando il vallone si apre invece che andare sui più dolci pendii tra la Tre Vescovi e l’Enchastraye abbiamo seguito due skialper che ci hanno condotti su per il pendio ripido diretto sotto la punta ( saliti assi e rampant sotto i piedi fino in cima). Qui anche il sole ci ha regalato per una mezz’oretta la sua presenza. Discesa sulla cresta di sx poi, invece che scendere dal canale ampio e ripido della salita dove il terreno era già lavorato, ci siamo portati tutto a dx sotto la parete di roccia della vetta, di lì alla ricerca dei passaggi ripidi in canali dove non era ancora passto nessuno. Neve morbida e liscia. Bellissimo. Oggi la Mia Randagia ha assaggiato un pò di ripido su pendii corti ma ben oltre i 40° ( migliora ad ogni uscita 😉 IN DISCESA ! ) . Sciabilità ancora molto buona fino al fondo. Una decina di skialper in zona. Giro parenti in Granda al pomeriggio. Bella giornata spesa bene! Con Randagia

Link copiato