Enchastraye (Monte) da Grange

Enchastraye (Monte) da Grange
La gita
walkerwolf
4 16.05.2010
Quota neve m
2000

Lasciata l’auto al curvone 1780, camminiamo nel Vallone del Puriac fino a 2000 m dove la neve è continua. Superata la strettoia del vallone i terreni abbondantemente innevati sono una gioia per gli occhi. Molte le marmotte che escono dalle tane perforando la neve. Verso i 2500 la temperatura incomincia sensibilmente ad aumentare tant’è che nelle conche superiori sembra di essere in un forno, non c’è alito di vento. I pendii che da 2650 salgono ripidi alla cima sono in ottime condizioi e si lasciano salire senza problemi fino in cima. Lunga sosta sulla cima ad ammirare i vasti panorami e a descriverli ai nostri 2 amici venuti appositamente da Veneto e Friuli per conoscere, scialpinisticamente parlando, le montagne piemontesi.
Inizio discesa alle 12,30. I primi 400 m da sballo; da 2550 a 2300 si sfonda un po’ sulle pendenze orientate ad est, poi firn e supertrasformata fino a 1920 dove si tolgono gli sci. 15′ a piedi e si è all’auto dove si festeggia con prosecco e verduzzo.

In compagnia di Roerto da Vittorio Veneto, Eugenio da S.Vito al Tagliamento e dei più casalinghi Luisa ed Ezio … ma l’avventura continua vv. Punta d’Almiane fatta oggi lun.17.

Link copiato