Dente di a Purcaraccia (cresta Sud) Iznogoud

Dente di a Purcaraccia (cresta Sud) Iznogoud

Dettagli
Altitudine (m)
840
Dislivello avvicinamento (m)
955
Sviluppo arrampicata (m)
115
Esposizione
Sud
Grado massimo
5b
Difficoltà obbligatoria
5a

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Roccia fantastica.
Ambiente semplicemente meraviglioso, possibilità di bagno nello splendido torrente.
Soste su 2 fix con placche con anello.
Fix molto distanziati, solo nei passi chiave sono un po' più vicini (4 metri)
Discesa in doppia lungo l'itinerario.
Materiale: 8 rinvii, 2 friend piccoli, fettucce per le soste e 2/3 cordini per integrare in 2/3 punti su alberi in L1 e L4.
Avvicinamento
Da Solenzara si percorre per 17 km la D268 in direzione del Colle di Bavella. Giunti alla Bocca di Larone si svalica e si prosegue per 300 metri e si posteggia subito dopo il primo tornante. Dall'esterno del tornante parte il sentiero, evidente, che taglia a mezza costa, per una ventina di minuti si procede senza difficoltà, con grandiose viste sulla valle di Bavella. Poi il sentiero diventa più scomodo e si inoltra nel vallone della Purcaraccia con qualche saliscendi ed un tratto leggermente delicato, fino a raggiungere il greto del torrente (circa 30 minuti).
Si attraversa il corso d'acqua raggiungendo la riva destra e si passa sotto un gigantesco masso che forma una sorta di caverna, si prosegue per ripide tracce di sentiero fino a trovarsi di fronte ad una placca rocciosa.
Si taglia alla base della placca verso destra e si ricomincia a salire, aggirando l'ostacolo e raggiungendo così, dopo una breve discesina, il guado alla sommità di una cascata. Si riattraversa il torrente passando in riva sinistra. Si segue ora un sentiero piuttosto evidente che sale deciso.
A quota 740 (30 minuti), in corrispondenza di una curva secca verso sinistra parte una traccia segnata da ometti. Si scende e poi si traversa verso un rio asciutto e si risale quindi nella macchia fino a raggiungere la base della cresta. In totale 1h 30'.
Descrizione

L1: 5a (35 metri) Due placche con 2 fix ognuna e poiun diedro da salire in simil-dulfer (altri 2 fix).
L2: 2 (20 metri). 1 fix
L3: 5a (40 metri). Inizialmente molto facile (1 fix), poi placca aerea di aderenza con 3-4 fix.
L4: 5a/b (45 metri). Inizio semplice, poi placca quasi verticale (2 fix), uscita molto aerea su placca abbattuta (1 fix) e poi lunga plcca facile (1 fix)
L5: 2. Facile accesso alla vetta.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGN TOP 25 Aguilles de Bavella
skeno
25/07/2016
4 anni fa
7 anni fa
Link copiato